Omicidio piccolo Tommaso Onofri: tra i testi anche il fratellino

I pm della Dda di Bologna convocheranno in aula, a partire dal prossimo 21 settembre, in qualità di testi per l’accusa nell’ambito del processo per il rapimento e l’omicidio del piccolo Tommaso Onofri, una cinquantina di persone.

Tra i tanti testimoni, saranno convocati in aula anche il fratellino di Tommaso, Sebastiano, di 9 anni, che meglio di tutti seppe ricostruire i concitati momenti dell’irruzione in casa di Alessi e Raimondi, ma anche Giuseppe, 7 anni, il figlio di Mario Alessi, l’uomo che i pm pensano abbia ucciso senza pietà Tommy perchè spaventato dai lampeggianti di una volante.

Tra gli altri i vigili del fuoco che trovarono per primi il cadavere del bimbo, che potrebbero fornire informazioni utili sulla posizione in cui era il corpo e sulle sue condizioni, le due prostitute nigeriane che avrebbero visto Alessi la sera del delitto in Via del Traglione, a Parma, dove il bimbo venne ucciso e il piccolo imprenditore rimasto vittima della tresca-ricatto organizzata anni prima del rapimento dalla Conserva e dal suo compagno Alessi.

Il processo comincerà il prossimo 21 settembre: un calendario non è ancora stato fissato.