Sassuolo: Roberta Costi risponde a Usai

Caro Consigliere Usai, sapevo già della sua stima per mio padre e non mi riferivo a Lei scrivendo del “colpo di mano” per sottrarre all’Arteatro la gestione del Carani. Non mi trovo però in accordo con Lei quando dice che di “Comunisti” in consiglio comunale (oltre ai due consiglieri schierati) non ce n’è nemmeno l’ombra…..anzi affermerei che più che un’ombra ci sono dei fatti.


Le consiglio anche , magari in altre occasioni, di tenere gli occhi bene aperti.

In questo caso Lei ha appreso la notizia dai giornali ma io che l’ho vissuta in prima persona, essendo presente al “falso” Concorso, le assicuro che la manovra è stata incredibilmente vergognosa!
Non possiamo, in ogni caso, far altro che attendere che il ricorso dia i suoi frutti.

Per quello che riguarda lo spaccio di droga degli immigrati clandestini mi trovo ancora una volta d’accordo con Lei in quanto la colpa è anche di chi acquista, ovvero di tanti italiani che dopo gli “incentivi” offerti dall’attuale Governo per l’uso di droga (a livello personale) sono senza dubbio aumentati.

La ringrazio per il suo interessamento.


Roberta Costi