Bologna: Bortolazzi (PdRC-E-R) su moschea

Riportiamo la dichiarazione di Donatella Bortolazzi, capogruppo del PDCI all’Assemblea Legislativa della Regione Emilia – Romagna, sugli ultimi sviluppi riguardanti la costruzione della moschea di Bologna.

“Assume toni sempre più preoccupanti il dibattito attorno alla realizzazione della nuova moschea di Bologna. Non mi convincono l’azzeramento degli atti e la revoca della delibera decisi dall’amministrazione comunale: non vorrei che dietro una decisione di questo genere, che al di là delle dichiarazioni odora di ripensamento, si celasse un cedimento nei confronti della Curia e di tutti coloro che in queste settimane hanno incitato all’odio e al razzismo nei confronti di una comunità islamica pacifica e ben inserita come quella bolognese. Il diritto ad avere un luogo di preghiera è sancito dalla nostra Costituzione, che specifica anche come tutte le religioni abbiano uguale diritto di cittadinanza sul suolo del nostro Paese, senza distinzioni o discriminazioni di sorta. Spero veramente che la decisione definitiva della Giunta non slitti oltre il termine annunciato della fine di ottobre, altrimenti ci troveremmo di fronte ad un tentativo inaccettabile di far cadere il progetto.

Vedo segnali preoccupanti addensarsi anche sulla manifestazione indetta dalle destre per il prossimo 29 settembre: le dichiarazioni di Raisi contro l’Ucoii sono pericolosissime e rischiano di innescare contrapposizioni ancora più feroci tra cittadini bolognesi e comunità islamica, visto che le ‘teste calde’ di cui parla giustamente Parracino sono sicuramente già pronte ad entrare in azione. Di tutto abbiamo bisogno in questo momento tranne che di incitamenti all’odio o alla provocazione ed ecco perché accolgo con grande soddisfazione la proposta venuta dalle donne dell’associazione Anassim di promuovere un grande incontro cittadino per parlare di pace e convivenza. Se questa giornata ci sarà, ed io mi adopererò perché così possa essere, di certo il mio apporto non verrà meno”.