Leoni (FI) sui controlli antiabusivi sui mezzi pubblici



L’ennesimo episodio di aggressione nei confronti di pubblici ufficiali nel corso di un controllo antiabusivi su un mezzo pubblico dell’Atcm, in questo caso un treno della linea Modena-Sassuolo, è al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di fi Andrea Leoni, in cui si chiede alla Giunta regionale con quali mezzi intenda fronteggiare questa escalation criminale.


Leoni ripercorre i fatti: “dopo aver rifiutato di esibire il regolare titolo di viaggio al controllore, un viaggiatore ha aggredito con pugni e schiaffi due agenti della Polizia municipale di Modena, accorsi sul posto in seguito a richiesta di intervento da parte dell’addetto dell’ATCM”, e, “dopo una violenta colluttazione, è stato ammanettato e portato al Comando della Polizia Municipale”.
“Non è la prima volta che succedono episodi simili, – afferma ancora il consigliere – tuttavia, “nonostante l’impegno assunto da mesi da parte della dirigenza dell’Atcm e dell’Amministrazione comunale modenese”, ad oggi non sono state adottate misure efficaci contro il sempre maggior numero di questi casi di violenze verbali e fisiche.
Considerando necessario attivare specifiche azioni di tutela nei confronti degli addetti ai servizi di controllo antiabusivismo sui mezzi pubblici e ritenendo che sia interesse della Regione garantire l’incolumità sia dei viaggiatori che degli operatori in servizio, Leoni vuole infine conoscere le ragioni per cui non si siano ancora assunti provvedimenti concreti ed efficaci e quali azioni si intendano attivare per tutelare gli addetti al controllo e per prevenire il ripetersi di questi gravi episodi.