Modena: finanziamenti per conciliare i tempi di vita e di lavoro

Flessibilità dell’orario di lavoro, formazione dei dipendenti al rientro dal congedo di maternità o paternità, sostituzione del titolare d’impresa e azioni a sostegno dei lavoratori con figli minori o disabili. Sono le misure, previste dall’articolo 9 della legge 53/2000, per favorire la l’occupazione femminile e aiutare le lavoratrici e i lavoratori a conciliare le esigenze di vita e di cura familiare con la crescita professionale.


Su questi temi le aziende possono presentare, entro mercoledì 10 ottobre, progetti per ottenere i finanziamenti che ammontano a 40 milioni di euro per tutto il territorio nazionale. I progetti devono essere indirizzati al Dipartimento per le Politiche della famiglia, da quest’anno competente per l’applicazione della legge al posto del ministero del Lavoro. Le aziende che lo richiedono possono essere accompagnate nella progettazione dall’assessorato al Lavoro della Provincia di Modena. Per informazioni: tel. 059 209065.

Tra le novità più rilevanti nell’attuazione della legge, previste dalla Finanziaria 2007 e illustrate in un seminario promosso nei giorni scorsi dalla Provincia, c’è l’ingresso tra i soggetti finanziabili anche di imprese a partecipazione pubblica come le Aziende sanitarie locali e le Aziende ospedaliere.