Modena: lavori nuova sede della Procura ultimati a novembre

“I lavori di restauro di Palazzo Sabattini Carbonieri, nuova sede della Procura della Repubblica, saranno ultimati per il mese di novembre e già per domenica 29 settembre è prevista una giornata di visita al palazzo organizzata insieme al Fai e all’associazione Dimore Storiche Italiane, con visite guidate aperte a tutti i cittadini. Si sta inoltre definendo la presenza del Ministro della Giustizia per la conclusione di lavori, come occasione anche per veder confermato e possibilmente rafforzato l’impegno sulle strutture giudiziarie”.

Lo ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Roberto Guerzoni rispondendo in Consiglio comunale a un’interrogazione presentata dalla consigliera Rosa Maria Fino del gruppo Società civile, dal titolo “La Procura si trasferirà prima o poi a Palazzo Martinelli?”.

“L’intervento di recupero e restauro di palazzo Sabattini Carbonieri, noto anche come palazzo Martinelli”, ha aggiunto l’assessore, “è stato significativo e impegnativo. La scelta di mantenere nel Centro Storico il cuore del Polo giudiziario ha dato vita a un progetto complessivo che prevede lo spostamento in palazzo Martinelli la sede della procura della Repubblica, la sistemazione dell’attuale tribunale come sede giudiziaria a cui si aggiungerà nell’ex cinema Metropol la sede delle nuove aule giudiziarie in modo permanente, la nuova collocazione dei giudici di pace in San Pietro e gli archivi nella zona industriale. È una scelta strategica per la qualificazione del cuore della nostra città in termini di mantenimento di funzioni pubbliche e di servizi di qualità”. Le risorse stanziate erano state stimate nel 1997 in 17 miliardi di lire e finanziate dal Ministero della Giustizia nel 2000 per 16 miliardi e 200 milioni. Si sono già conclusi gli interventi per la nuova sede dei giudici di pace e gli archivi, e stanno per concludersi, nonostante lo slittamento di parte dei tempi, i lavori a Palazzo Martinelli e all’ex cinema Metropol.

“Il progetto”, ha proseguito Guerzoni, “si è dovuto aggiornare in corso d’opera per modifiche intervenute nel lavoro della procura e inoltre reperire le risorse non è stato semplice. Lo stanziamento del Ministero si è fermato a 2milioni e 565.000 euro: per arrivare alla conclusione dei lavori a palazzo Martinelli, il Comune ha dovuto impegnare nei propri Bilanci di questi ultimi anni 700.000 euro, di cui 200.000 nel 2007”. “Lei è stato preciso nel dare questa risposta e queste date, come lo fu l’assessore precedente”, ha replicato Rosa Maria Fino: “speriamo che stavolta come regalo di Natale la Procura della Repubblica possa avere la nuova sede”.