Modena: contratto Maserati approvato dai lavoratori



E’ stata approvata nei giorni scorsi a grandissima maggioranza dai lavoratori (96% dei votanti) la nuova ipotesi del contratto integrativo aziendale Maserati che ha durata quadriennale (2007-1010).
Hanno votato 590 addetti su una platea di 750 fra operai, tecnici e impiegati, a favore dell’accordo sono si sono espressi in 563, contrari 23, schede bianche e nulle 4.


L’accordo prevede per il 2007 un premio di risultato annuo di 1.620 euro, con un aumento di 720 euro rispetto al 2006. Per gli anni 2008-2009-2010 l’aumento del premio di risultato sarà legato
sia ai parametri di redditività del Gruppo Fiat Auto che agli indicatori di stabilimento (volumi produttivi e attività gestionale) che eleveranno il
premio di risultato a 2.000 euro annui. Inoltre si prevede un’erogazione strutturale del premio di risultato raggiunto, di 60 euro mensili per gli anni 2007-2008 che sarà elevata a 80 euro per gli anni 2009-2010.
L’ipotesi prevede l’istituzione per tutti i lavoratori in produzione di un premio fisso annuo pari a 144 euro al 3° livello e una maggiorazione delle ore notturne dal 19% al 27,5% a regime. Tutte le voci economiche sopra riportate saranno erogate a tutti i lavoratori in forza, compresi i
precari.

Sul contratto di apprendistato professionalizzante si è migliorato ulteriormente il dispositivo del contratto nazionale, sia nel riconoscimento economico che nel programma di formazione con l’attribuzione di un’ora di formazione all’anno per ogni apprendista su tematiche
contrattuali.
L’accordo definisce inoltre alcune commissioni di analisi e approfondimento su ambiente e sicurezza, pari opportunità e partecipazione, finalizzata quest’ultima a definire percorsi formativi per il riconoscimento delle professionalità effettivamente conseguite in azienda.

La Rsu della Maserati insieme a Fim, Fiom e Uilm ha assunto l’impegno di avviare un percorso di confronto con l’azienda nei prossimi mesi per il
raggiungimento della stabilizzazione dei rapporti di lavoro precari in una realtà produttiva in così in grande espansione.
I Sindacati provinciali dei metalmeccanici Fim, Fiom Uilm e la Rsu della Maserati esprimono soddisfazione per l’approvazione dell’integrativo con il 96% dei consensi e ringraziano tutte le lavoratrici e i lavoratori per la fiducia espressa nel voto.