Piastrelle funzionalizzate: un convegno a Sassuolo

La piastrella ceramica negli ultimi anni ha visto un’espansione dei suoi campi di impiego verso gli ambienti pubblici e l’arredo urbano con lo sviluppo del grés porcellanato, che ha permesso di realizzare prodotti che uniscono eccellenti livelli prestazionali a caratteristiche estetiche prestigiose. In particolare, le piastrelle ceramiche trovano ampia applicazione, soprattutto sui mercati esteri, in pareti ventilate.


La globalizzazione del mercato ha creato alcuni problemi ai produttori italiani di piastrelle di ceramica, che sono stati i primi e i maggiori interpreti del gres porcellanato, mantenendo fino ad oggi la leadership tecnologica e artistica del prodotto, non senza notevoli sforzi in investimenti per innovare continuamente i processi e per ricercare nuovi soluzioni estetiche, tanto che da alcuni anni ci si sta domandando se è possibile trovare nuove frontiere per l’industria ceramica italiana.


Il convegno organizzato da Gape Due per celebrare il quarantennale della sua attività, ha intenzione di considerare e discutere, con il supporto della Facoltà di Economia dell’Università di Modena e Reggio Emilia e del Centro Ceramico di Bologna, le tematiche dell’innovazione di prodotto in funzione delle tendenze della domanda di mercato, arrivando a focalizzare l’attenzione sulle piastrelle funzionalizzate, cioè piastrelle di ceramica capaci di nuove prestazioni e quindi con maggiore valore aggiunto.


Per questo motivo, soprattutto in un mercato dell’edilizia che deve orientarsi verso il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, risulta ad esempio interessante conferire alle piastrelle la funzionalità di trasformare l’irraggiamento solare in energia elettrica sfruttando l’effetto fotovoltaico. Negli utimi due anni il Centro Ceramico ha condotto studi e ricerche per lo sviluppo di materiali e tecnologie atti a realizzare i diversi elementi costruenti il prodotto finito (supporto ceramico, strati elettricamente conduttivi, strati fotoattivi, strati protettivi, connettori e dispositivi elettrici), col risultato di realizzare un primo prototipo di piastrella con funzionalità fotovoltaica. Tale piastrella dimostrativa sarà esposta presso la sede congressuale.