‘Artelibro’ Festival del Libro d’Arte da domani a Bologna

“Leggere l’arte: pubblico, autori, editori” è il titolo della quarta edizione di Artelibro Festival del Libro d’Arte che si svolgerà a Bologna dal 21 al 24 settembre. L’Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna partecipa a Artelibro con il convegno “Architetture di biblioteca’ venerdì 21 settembre, dalle 14 alle 16, nella Sala del Quadrante di Palazzo Re Enzo e del Podestà.


Uno dei fenomeni che ha caratterizzato positivamente il settore bibliotecario in questi ultimi anni è il miglioramento delle sedi. La realizzazione di nuove sedi o gli interventi di ristrutturazione sono stati accompagnati dalla riorganizzazione dei servizi per renderli più funzionali alle esigenze di un’utenza sempre più diversificata.

Il convegno “Architetture di biblioteca” intende riflettere con il contributo qualificato di architetti e bibliotecari su sedi, spazi, arredi, servizi e funzioni dell’istituzione bibliotecaria progettata sempre più a misura degli utenti.
Coordina Rosaria Campioni (Soprintendente per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna). Partecipano: Massimo Belotti (Biblioteche oggi) Marco Muscogiuri (Politecnico di Milano) Antonella Agnoli (Biblioteca San Giovanni di Pesaro) Ugo Camerino (Architetto), Liana d’Alfonso (IBC – Soprintendenza per i beni librari e documentari della Regione Emilia-Romagna).
Sempre venerdì 21 settembre, dalle 14 alle 15, presso la Sala del Capitano, si terrà la presentazione del corso-concorso fotografico “Occhio al libro”, finalizzato ad accostare i giovani al mondo della fotografia e al suo specifico linguaggio. Coordina: Valeria Cicala, IBC. Intervengono: Maria Pace Marzocchi, Associazione Dedalo Riccardo Vlahov, Ibc; un rappresentante del Gruppo Hera.

In contemporanea al Festival, il Quadriloggiato superiore dell’Archiginnasio ospita la mostra “I libri di tono. Zancanaro illustratore. Da Verga al Bertoldo”, che resterà aperta fino al 27 ottobre.

Ulteriori informazioni sul sito Istituto Beni Culturali.