Stefano Muscaritolo, da Modena a Baku in concerto

Le celebrazioni per il 15°anniversario delle relazioni tra Italia e Azerbaijan culmineranno con il concerto del compositore Stefano Muscaritolo, che si svolgerà a Baku nella capitale dello stato azero.
L’intera opera è stata scritta insieme a Kamalia Ali-zade, giovane pianista e compositrice dell’Azerbaijan, per ribadire lo spirito di collaborazione in atto fra le due nazioni.


L’evento, intitolato “Concerto del quarantesimo parallelo“, si tiene oggi nella Filarmonica Nazionale dell’Azerbaijan, e sarà eseguito dall’orchestra da camera “Tutti” da Muscaritolo alla chitarra elettrica e da Ali-zade al pianoforte.
Il concerto gode del patrocinio dell’Ambasciata italiana, per nome dell’ambasciatore Gian Luigi Mascia, e del Ministro della Cultura in Azerbaijan Abulfas Garayev; mentre parteciperanno le ambasciate U.S.A., Germania, Francia, Inghilterra, Norvegia e una rappresentanza dell’Unione Europea.
Sara’ anche presente la delegazione del Parlamento italiano, in questi giorni in visita a Baku, insieme ai rappresentanti della Saipem S.p.a.; inoltre il concerto sara’ diffuso dal primo canale di stato AzTv dell’Azerbaijan.

“Sarà un lavoro moderno e di grande impatto musicale. Sono sicuro che le relazioni tra le due nazioni prenderanno nuova linfa”, ha detto il musicista. “Ricorderemo Luciano Pavarotti con la riedizione del ‘Nessun dorma’, come dedica al nostro grande Maestro modenese”.

Stefano Muscaritolo ha 27 anni, è di Carpi (Mo), ed e’ stato l’unico compositore italiano ad essere selezionato per il “Nelson Composer Festival” in Nuova Zelanda, mentre una sua composizione è stata eseguita al “Parco della Musica” a Roma.
Questo evento porta anche una firma modenese. Il conservatorio statale ‘Orazio Vecchi’, in cui Muscaritolo è allievo del maestro Antonio Giacometti, rappresenta un’eccellenza in materia di preparazione musicale.