Autobrennero: nuovo svincolo su A1, terza corsia, sconti tariffari

“L’importanza degli impegni assunti oggi da Autobrennero per il territorio modenese dimostra quanto fu valida la scelta di non vendere le nostre quote della società. Scelta che fece il mio predecessore, Graziano Pattuzzi, e che può dirsi certamente lungimirante”. Lo ha detto il presidente della Provincia di Modena, Emilio Sabattini, nel commentare le decisioni assunte dal consiglio d’amministrazione della società di gestione dell’autostrada Modena-Brennero (della quale la Provincia di Modena detiene una quota azionaria pari al 4,241 per cento) nella seduta che si è svolta in mattinata a Modena, nella sede di viale Martiri.

“Il fatto stesso che il nuovo consiglio abbia deciso di riunirsi qui a Modena, cosa che non era mai accaduta prima – ha sottolineato Sabattini – è il segno di una forte attenzione ai territori e della volontà di continuare ad investire”.

In particolare, Sabattini ha ricordato il progetto, approvato oggi, di nuovo innesto fra A22 e Autosole, definito dal presidente di Autobrennero Silvano Grisenti “emergenza delle emergenze, perchè sia l’entrata che l’uscita dalla A22 sono oggi molto pericolose” oltre che punto di sofferenza nei giorni di traffico intenso. Il progetto – ha aggiunto – “è stato studiato in modo da essere compatibile con il prolungamento della A22 verso Sassuolo”, vale a dire la “bretella”, opera che la stessa Società Autobrennero aveva inserito anni fa nel proprio piano finanziario ma che successivamente venne stralciata dal governo e attribuita all’Anas.

Grisenti ha definito la vicenda della “bretella” autostradale ‘una telenovela’, ribadendo però “il nostro interesse ad essere presenti qualora il governo dovesse assumere delle decisioni in merito”.

Grisenti ha annunciato anche i tempi di realizzazione del nuovo svincolo A22-Autosole: gara d’appalto all’inizio del 2008 e inizio lavori alla metà dell’anno prossimo.
Un altro intervento strategico per il territorio modenese sarà la realizzazione della terza corsia nel tratto Verona-Modena: “Sarà ricavata dagli spazi centrali, senza ‘consumare’ territorio e senza ricorrere a espropri”.
Il progetto dell’intera tratta – 84 chilometri – sarà pronto nel marzo 2008per avviare poi, alla fine dell’anno, i lavori tra Verona e Mantova.
Il presidente della Provincia di Modena ha sottolineato infine l’importanza di un’altra decisione assunta oggi dal cda di Autobrennero: il Telepass Family gratuito e lo sconto del 20 per cento sulla tariffa autostradale – a partire dal 1° gennaio 2008, in via sperimentale per un anno – per i lavoratori pendolari, sia dipendenti che autonomi.
“Decisione – ha commentato Sabattini – che porterà un beneficio reale a quanti percorrono quotidianamente l’autostrada, e che rappresenta un’opportunità interessante per il collegamento con Carpi”.