Ambiente: il Comune di Castellarano stipula due convenzioni



Con delibera di Giunta n. 55 del 19/07/2007 è stata approvata la bozza di convenzione tra il Comune di Castellarano e le Guardie giurate ecologiche volontarie (G.G.E.V.) della provincia di Reggio Emilia.

Con questa convenzione si stabilisce che queste guardie controlleranno l´area di pianura del comune, area comprensiva del territorio fluviale e delle frazioni di Roteglia, Castellarano, Tressano e Cà de Fii, l’area del bacino idrografico del Rio Rocca e della frazione di Cadiroggio comprensiva della località Monti di Cadiroggio.

Con delibera di giunta n. 40 del 31/05/2007 è stata invece approvata la bozza di convenzione tra il comune di Castellarano e le Guardie ecologiche volontarie di Legambiente (G.E.L.) di Reggio Emilia.

Con questa convenzione si stabilisce che queste guardie controlleranno indicativamente l´area collinare delle frazioni di Montebabbio, comprensiva delle località Telarolo e Rio Viole, della frazione di San Valentino, comprensiva delle località La Croce, Gavardo, Rontano, e dell´area collinare del territorio di Roteglia.

I due gruppi, GGEV e GEL, coopereranno con il comune di Castellarano al fine di favorire interventi integrativi di pubblico interesse, come di seguito dettagliato:
a. Promuovere lo sviluppo dei comportamenti individuali e sociali verso l´ambiente atti a favorire rapporti compatibili tra gli esseri viventi ed il loro habitat, in particolare, sviluppare la sensibilizzazione dei cittadini al corretto conferimento dei rifiuti e al corretto utilizzo delle aree verdi pubbliche comunali; i controlli verranno effettuati in orari e momenti non fissi;
b. Valorizzare e difendere l´ambiente in generale e, in particolare, le zone protette e di significativo pregio naturalistico, promuovere la tutela degli animali e la prevenzione del randagismo;
c. Promuovere il mantenimento degli alberi e del verde spontaneo con particolare riferimento agli alberi sottoposti o da sottoporre a regime di particolare tutela ai sensi della L.R. n. 2 del 24/01/1977;
d. Partecipare ad iniziative, a carattere ambientale, organizzate dal Comune;
e. Favorire l´accesso da parte dei cittadini alle informazioni in materia ambientale;
f. Controllare durante il passeggio di cani di proprietà l´utilizzo di guinzaglio e/o museruola e la raccolta delle deiezioni.