Sassuolo: Comitato Quartiere Braida su ciclabile San Carlo



In merito alla pista ciclabile in fase di realizzazione su via S. Carlo vorremmo far notare che, al contrario di quanto erroneamente riferito, durante le diverse riunioni volte a definire interventi di “manutenzione” nel Quartiere, alle quali Noi ed altre Associazioni abbiamo partecipato, nessuno, e sottolineiamo nessuno, né Comitati, né residenti, né tanto meno tecnici o rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, ha mai fatto riferimento alla realizzazione di una pista ciclabile in quella zona; per quell’area si è sempre parlato di “razionalizzazione della sosta” attraverso una diversa disposizione dei parcheggi che avrebbe addirittura dovuto aumentare i posti auto a disposizione dei residenti e delle attività commerciali.


La cosa che più ci stupisce, ma a questo punto neanche poi tanto, è che si sia voluto avviare un intervento costoso, quasi certamente inutile e sicuramente non richiesto né dalle Associazioni che operano sul territorio né tanto meno dai residenti (abbiamo visto le reazioni) mentre si è deciso di tralasciare interventi concordati che avrebbero portato sicuramente benefici a chi frequenta la zona. Ci riferiamo in particolare al parcheggio antistante l’ Ufficio Postale di via S. Paolo, teatro di innumerevoli incidenti ( l’ anno passato addirittura un veicolo si ribaltò), e alla messa in sicurezza di via Zanella nelle zona antistante le scuole elementari C. Collodi.


Visti gli evolversi tuttavia adesso vogliamo sapere chi e soprattutto perché ha deciso di realizzare questo intervento.

Quanto sta accadendo in via S. Carlo è l’ennesima dimostrazione dell’arroganza e della prepotenza di questa Amministrazione che ricerca il dialogo e la collaborazione soltanto a parole ma che quando si trova a dover intervenire prosegue imperterrita per la sua strada senza curarsi delle istanze e delle esigenze dei residenti.


E’ ora che chi viene pagato per tutelare gli interessi dei cittadini cominci a farlo o che per lo meno, si assuma le proprie responsabilità.
Ci siamo stancati di sentir definire Braida un “pozzo senza fondo” senza vedere il ben che minimo risultato, ci siamo stancati di discutere con rappresentanti di questa Amministrazione che non vogliono sentire, ci siamo stancati di perdere tempo in inutili incontri che non servono a niente, ci siamo stancati di dover solo pagare e tacere!
Da adesso in poi le cose dovranno cambiare e stiano pur sicuri i nostri Amministratori che Braida non dimentica!!!