Bologna: salgono a 7 gli indagati per decesso donna al S.Orsola



Sul registro degli indagati dell’inchiesta per omicidio colposo, aperta dalla Procura della Repubblica felsinea dopo la vicenda di Daniela Lanzoni, la donna di 54 anni deceduta al Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna in seguito all’asportazione non dovuta di un rene, altre quattro persone: il medico urologo che ha visitato la donna e che l’ha indirizzata verso l’intervento, oltre ai due medici e all’anestesista che erano in sala operatoria insieme al primario chirurgo al momento dell’operazione.

Gli altri indagati, come noto, sono la dottoressa che ha firmato il referto medico, il tecnico della Tac che ha preparato il dischetto ed il chirurgo che ha materialmente eseguito l’intervento sulla donna poi deceduta.

Intanto, sembra che questo pomeriggio ci sia il conferimento degli incarichi al Pool di consulenti che dovrà far luce sull’accaduto chiarendo eventuali responsabilità e se ci sia, o meno, un nesso tra la morte della donna e l’operazione su di lei eseguita.