Donna morta per errore tac, decesso per embolia e infarto



L’autopsia sul corpo di Daniela Lanzoni, la donna di 54 anni deceduta giovedi’ scorso al Sant’Orsola di Bologna dopo essere stata sottoposta a un intervento di asportazione del rene deciso per uno scambio di tac con un’altra paziente che aveva il suo stesso cognome ha stabilito che la donna è morta per tromboembolia polmonare associata a un infarto del miocardio.

Gli esami sono stati effettuati dall’istituto di Medicina legale del policlinico di Modena All’autopsia, che e’ stata videoregistrata, erano presenti anche i consulenti indicati dalle
difese delle sette persone indagate per omicidio colposo.
Sono stati effettuati inoltre tutti i prelievi istologici e i risultati dell’analisi verranno discussi il 26 ottobre in un incontro al quale sono invitati tutti gli esperti indicati dalle parti. Da accertare ora la correttezza delle cure a cui e’ stata
sottoposta la vittima dopo l’intervento, compresa la somministrazione dei farmaci anticoagulanti.