Sicurezza: a Reggio Emilia 26 nuovi agenti di Polizia Municipale



Sono attivi da oltre un mese i 17 nuovi agenti di Polizia municipale, assunti dal Comune di Reggio Emilia nell’agosto scorso, i quali , con gli altri 8 colleghi in servizio dalla fine del 2006 costituiscono il nucleo di 25 nuovi agenti, andati a rafforzare in questi ultimi mesi la dotazione organica del Corpo. Con un’ultima, recente assunzione di 1 operatore, il numero totale di persone in più in organico al Corpo oggi è di 26 agenti.

Le recenti assunzioni di agenti di Polizia municipale hanno consentito il ripristino degli organici di tutte le Circoscrizioni e ha permesso, da questo mese, la piena operatività delle sedi decentrate della Polizia Municipale, con servizi di vigilanza e contestuale miglior presidio del territorio, in particolare nella zona stazione, in un’ottica di polizia di prossimità.

Il servizio è stato illustrato questa mattina, nel contesto delle politiche per la sicurezza, dal sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio, dall’assessore comunale alla Sicurezza e coesione sociale Franco Corradini e dal comandante della Polizia Municipale Antonio Russo.
“La sicurezza è un diritto– ha detto il sindaco Delrio – e con questo rafforzamento del Corpo della polizia municipale, con vigili che cammineranno nei quartieri in mezzo alla gente, vogliamo essere sempre più vicino ai nostri cittadini. Oggi anche le nostre città sono al centro di fenomeni macro, come la prostituzione gestita dalla criminalità organizzata, ma ci sono anche fenomeni che vanno a incidere nella vita quotidiana e che, per chi li subisce, non sono di microcriminalità, ma di criminalità punto. In questo sforzo congiunto con forze di polizia in generale, l’Amministrazione comunale mette dunque in campo questa importante presenza dei nostri agenti”. Il sindaco ha anche preannunciato di aver concordato con il prefetto la firma ad un patto di sicurezza con il Ministero, promosso dall’Anci per le città medie, per il potenziamento a Reggio Emilia della Polizia di Stato, con una ventina di persone, e dei Carabinieri, con dieci persone. “Contiamo che la firma avvenga entro l’anno”.
L’assessore Corradini ha sottolineato come l’aumento dell’organico di un 33%, con 26 persone, sia un “fatto rilevante” nel panorama nazionale. In particolare l’assessore ha collocato il servizio della polizia di prossimità nel piano integrato di sicurezza del Comune di Reggio Emilia e ha portato l’esempio della zona stazione, dove due agenti della polizia municipale saranno presenti tutti i giorni. “In questa zona, dove abbiamo interventi di riqualificazione urbana, di manutenzione e a favore del senso di comunità, la presenza degli agenti è un’indicazione chiara nel senso della polizia di prossimità, riguardo il rispetto delle ordinanze commerciali, delle condizioni di degrado, della rapidità delle segnalazioni”.
L’assessore si è inoltre espresso a favore di una proposta di legge che verrà presentata domani a Roma a sostegno di una revisione del ruolo della polizia municipale nelle città, davanti a realtà fortemente mutate. Infine ha sottolineato come, tra le politiche di sicurezza, resta fondamentale l’attività a favore della sicurezza stradale. La Pm di Reggio Emilia vi si dedica anche con una capillare attività di educazione nelle scuole.
Il comandante Russo ha ricordato l’organizzazione oggi del servizio secondo tre unità operative complesse con relativi coordinatori, che permette di avere 8 agenti per ogni Circoscrizione, con due unità in più nella Sesta proprio per la zona stazione, ripristinando l’efficacia di un servizio che aveva subito una fase di arresto negli anni scorsi con il blocco delle assunzioni ed i pensionamenti. Ha inoltre fatto presente che dal 2000 a oggi il Corpo ha avuto un ricambio generazionale del 43%. Da sottolineare inoltre il servizio notturno, h. 1-7, tutti i giorni dell’anno, unico in regione a parte Bologna, al quale da quattro mesi, una volta al mese, si aggiunge un servizio particolare esplicitamente dedicato alla prevenzione delle stragi del sabato sera.