Bologna: violenta ragazza che gli chiede una sigaretta, arrestato



Grazie alla segnalazione di un clochard che aveva
sentito le urla della donna e del suo violentatore, la Polizia è riuscita ad arrestare, durante il fatto, lo stupratore di una ragazza di 36 anni, di origini pugliesi ma residente a Bologna, violentata questa
notte intorno alle 4 in via Fioravanti, alla periferia cittadina.


L’aggressore, R.C. un napoletano di 34 anni con precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona, ha approfittato del fatto che la donna,
mentre rientrava a casa da una festa, gli si è avvicinata per chiedergli una sigaretta. Immediata la decisione di lui di aggredirla, cingendole il collo con un braccio e tappandole la bocca con l’altra mano.
Scaraventata in terra l’ha violentata
dietro ad un cespuglio vicino.
Un ragazzo di 22 anni, senza fissa dimora, che dormiva nei pressi dell’ex Mercato ortofrutticolo ha sentito le grida di aiuto della giovane e le intimazioni del violentatore e ha subito chiamato il 113 dal proprio cellulare.
All’arrivo della volante, il violentatore che era steso sulla vittima, si è alzato e ha tentato la fuga, ingaggiando una colluttazione con gli uomini della Questura che sono riusciti a bloccarlo.

R.C. è stato così tratto in arresto per violenza sessuale, lesioni finalizzate alla violenza e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Uno degli agenti, infatti, è stato colpito ad un
sopracciglio e ha ricevuto 5 giorni di prognosi.
La ragazza, invece, è stata subito portata all’ospedale Maggiore, dove le sono state
riscontrate ecchimosi e contusioni, giudicate guaribili in 10 giorni.