Sassuolo: presentato il comparto W Bellavista



E’ stato presentato questa mattina al Circolo 1° Maggio, davanti a circa duecento persone, il progetto di realizzazione del nuovo comparto residenziale W “Bellavista” di via Ancora. Un grande progetto che prevede insediamenti abitativi immersi in un parco di 280mila metri quadri e realizzazioni effettuate con grande attenzione a sistemi di costruzione innovativi, rispettosi del risparmio energetico e della natura.

Alla presentazione c’erano il sindaco Graziano Pattuzzi, il vicesindaco e assessore all’urbanistica Ferruccio Giovanelli, il dirigente del settore urbanistica Antonella Munari, il progettisti Carla Ferrari e Vittorio Ascari, il consulente per i temi energetici Marcello Antinucci.


Il comparto W, 277mila metri quadrati complessivi, prevede secondo il Piano urbanistico aree per edilizia residenziale per 21mila mq., per residenziale mista per circa 3mila mq., spazi per attrezzature turistico alberghiere per 3.800 mq., verde pubblico per 165mila mq., viabilità di urbanizzazione secondaria e parcheggi per circa 40mila mq.


Il progetto include la soddisfazione di tutte queste destinazioni d’uso: un corpo centrale da cui partono a raggiera le costruzioni residenziali e che include anche la realizzazione di una struttura alberghiera. Le varie residenze saranno servite da verde privato, spazi comuni, parcheggi e tutto quello che è incluso in un quartiere residenziale.
Tutti i parcheggi di pertinenza del complesso edilizio-residenziale e alberghiero sono previsti al piano interrato, che si estenderà per complessivi 12mila mq., di cui oltre 10mila per le residenze e circa 2mila per l’albergo, per complessivi 385 posti auto.


Le opere di urbanizzazione secondaria prevedono invece spazi di parcheggio a raso su quattro aree.
Gli edifici del nuovo complesso residenziale saranno serviti da un sistema di viabilità “non tradizionale”, che garantisca una circolazione interna al quartiere dei veicoli privilegiando comunque il carattere pedonale degli spazi. Ciascuno dei corpi di fabbrica si affaccerà su uno spazio di piazza, scandito da alberi che definiranno i posti auto o in alternativa faranno da contorno a panchine, portabiciclette e altri elementi.


Delle opere di urbanizzazione secondaria fa parte anche la viabilità di accesso a questo nuovo insediamento, che prevede la realizzazione di una nuova infrastruttura stradale interrata per circa 200 metri, poi in trincea per due tratti di risalita e infine connessa alla viabilità esistente con una rotatoria sulla Pedemontana.


Sono previsti anche ampi spazi di verde pubblico attrezzato, all’interno dei quali sarà inclusa anche la realizzazione di una rete di percorsi pedonali-ciclabili, con attenzione all’assenza di barriere architettoniche. Il progetto include un percorso belvedere e un lago che saranno sormontati da passerelle in legno.

Grandissima attenzione viene dedicata sia alla realizzazione estetica degli edifici, tutti i linea, prevalentemente con mattone faccia a vista, sia alla loro compatibilità ambientale, attraverso numerosi accorgimenti sia sui materiali utilizzati che sull’impiantistica, che sono stati ampiamente illustrati nel corso della mattinata.
Le costruzioni avranno alto rendimento termico ed energetico grazie a un attento isolamento. Le soluzioni abitative infine, saranno di varia metratura e tipologia, compresi alloggi indipendenti con giardino privato.