Modena: lavoro, 40 posti, tre a tempo indeterminato



Sono 40 i posti di lavoro, di cui tre a tempo indeterminato che domani, lunedì 8 ottobre, saranno messi all’asta dai Centri per l’impiego Carpi, Mirandola, Pavullo e Sassuolo. Per il Centro per l’impiego di Vignola non sono pervenute richieste di lavoro da parte degli enti pubblici.

– Al Centro per l’impiego di Modena, dove sono offerti anche tre posti a tempo indeterminato da operatore terminalista all’Ospedale di Baggiovara, l’asta si svolge a orario continuato dalle 8,45 alle 16 e in due giornate (anche martedì 9 ottobre, comunicato n. 1385) nella sede del Centro per l’impiego in via delle Costellazioni 180, tel. 059 209977. A Modena sono offerti anche 13 posti da bidello nelle scuole modenesi e dieci posti da ausiliario sociosanitario al Policlinico di Modena.
– Il Centro per l’impiego di Carpi mette all’asta un posto da bidello alla scuola primaria Pertini di Carpi. L’asta si svolge a Carpi negli uffici del Centro in via Lenin 135, per informazioni tel. 059 645631.
– Il Centro per l’impiego di Mirandola mette all’asta quatto posti da bidello nella scuola media Montanari di Mirandola e nella scuola media Frassoni di Finale Emilia. L’asta si svolge a Mirandola negli uffici del Centro di via San Martino Carano 44/46, tel. 0535 614141 e nella sede decentrata di Finale Emilia, via Cavour 4, tel. 0535 93697.
– Il Centro per l’impiego di Pavullo mette all’asta un posto da bidello all’istituto comprensivo di Lama Mocogno. L’asta si svolge a Pavullo negli uffici del centro in via Del Mercato 28-32, tel. 0536 20240.

– Il Centro per l’impiego di Sassuolo mette all’asta otto posti da bidello per la scuola media Levi di Sassuolo e la direzione didattica di Maranello. L’asta si svolge a Sassuolo nella sede del Centro in via di via Mazzini 164. Per informazioni tel. 0536 883318.

Le aste – aperte a tutti i cittadini italiani o residenti nell’Unione europea – si svolgono nell’orario compreso tra le 9 e le 12; gli interessati devono presentarsi, muniti di documento di riconoscimento e, possibilmente, con il modulo Isee, per compilare i moduli che permettono di definire la graduatoria.