Filippi (FI): Emilia Romagna, la Regione con le tasse più alte



“Non c’è affatto da rallegrarsi continuando a dire che tutto va bene. Dai dati forniti dal Sole 24Ore emerge che l’Emilia Romagna è la regione con il sistema fiscale più elevato d’Italia. (Classifica relativa al peso del prelievo fiscale locale del 2007).” – a darne notizia è il Consigliere regionale di Forza Italia Fabio Filippi.

“Un primato non invidiabile – aggiunge Filippi – al quale sono sottoposti tutti i contribuenti emiliano romagnoli. La classifica del Sole 24Ore tiene conto del gettito medio per abitante derivante dai tributi locali principali: Ici, addizionale Irpef, Tarsu e addizionale sull’energia elettrica”.
La città di Bologna, in base a calcoli relativi al peso delle imposte locali, è al terzo posto nazionale con 651 euro pro capite, dopo Siena (690) e Roma (654).
A Bologna, la media per abitante è passata dai 603 Euro del 2006 ai 651 del 2007 (incremento del 7,9%), gli altri capoluoghi emiliano romagnoli si collocano nei primi venti posti con le tasse locali più elevate: Modena 8a con una quota pro capite di 577 euro (+10,3% rispetto al 2006), Rimini 11a con 552 euro (+10,1%), Ravenna 12a con 547 euro (+10,6%), Ferrara 14a con 539 euro (+10,4%), Parma 17a con 524 euro (+9,4%), Reggio Emilia 19a con 518 euro.

“Tale situazione è disarmante – conclude Filippi – per questo è stato chiesto l’intervento diretto della Giunta Errani, è dovere della Regione Emilia-Romagna calmierare gli aumenti e favorire il mercato.
L’Emilia è una regione con un’evasione fiscale limitata, ma nonostante ciò, i cittadini vengono puniti con una vessazione più pesante che altrove.
Andando avanti di questo passo l’economia emiliana romagnola verrà danneggiata inesorabilmente”.