Sassuolo: 24 multe ai phone center, 19 non pagate



Su 24 verbali consegnati dlla Polizia Municipale di Sassuolo ai gestori di phone center che non rispettano il nuovo e più restrittivo regolamento comunale dono ben 19 quelli non pagati, il preoccupante dato è stato reso noto dal Sindaco Graziano Pattuzzi nella seduta del Consiglio Comunale di ieri sera.


I dati sono stati diffusi dal Sindaco in risposta all’interrogazione del Consigliere della lega Gianfrancesco Menani che, richiamandosi alle modifiche approvate dal Consiglio Comunale in merito al Regolamento che disciplinava l’attività dei cosiddetti Call- Center approvate due anni or sono,
ha chiesto di sapere quanti Phone –Center esistano attualmente in città, se siano stati effettuati i controlli sulla base del Regolamento, se siano state sanzioni in merito, se tali sanzioni siano poi state effettivamente pagate dai diretti interessati.

Molto articolata la risposta fornita dal Sindaco Graziano Pattuzzi che ha riepilogato il quadro delle attività di controllo e accertamento svolte da quando il nuovo regolamento è entrato in vigore, ovvero dal novembre del 2005. Il Sindaco ha specificato che sono state effettuate 84 ispezioni complessive sulle attività per accertare la regolarità del funzionamento dei suddetti Phone-Center. Di queste, 24 hanno prodotto verbalizzazioni per il riscontro di irregolarità amministrative, mancanza di requisiti tecnici ed normativi previsti dalla legge, ma 19 di queste sanzioni non risultano pagate. Il Sindaco ha aggiunto che entro il mese di gennaio 2008, si prevede, sulla base delle leggi vigenti, il ricorso alle procedure d’ingiunzione destinate agli interessati delle violazioni, per il recupero delle cifre comminate.

Pattuzzi, ricordando come anche il nostro Comune abbia fattivamente contribuito alla Legge regionale, specifica di controllo (legge 6/2007), ha poi aggiunto che prevede un ulteriore atto di ricognizione da presentare in Consiglio Comunale, per integrare al meglio sia le novità normative per applicare tutte le funzioni di controllo previste.

Deli 9 Phone-Center esistenti in città, il Sindaco ha poi ricordato alcune situazioni specifiche, quali la sospensione dell’attività di uno in via Prampolini, in Via Radici in Piano l’attesa dell’autorizzazione necessaria all’apertur da parte della Questura, l’emissione di un verbale per l’attività di viale Gramsci, la sospensione in via San Lorenzo per il cambio di gestione del titolare dell’attività.

Menani, pur sottolineando il dato preoccupante dei mancati pagamenti sul complesso degli accertamenti effettuati, ha espresso giudizio positivo sul funzionamento di questo strumento di controllo che dalla sua entrata in vigore ha permesso di verificare realmente la situazione delle attività svolte dai Phone-center ed un buon monitoraggio degli stessi, laddove si verificano situazioni di disagio e disturbo per la cittadinanza. Si è dichiarato quindi soddisfatto della risposta ricevuta in merito.