Inaugurati a Reggio E. in nuovi alloggi per studenti universitari



Il sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio e il presidente di Arestud Claudio Bergianti hanno inaugurato oggi la nuova residenza universitaria di palazzo Ancini, nel pieno centro storico di Reggio. All’incontro erano presenti il rettore dell’Università di Modena e Reggio, Gian Carlo Pellicani, gli assessori ai Lavori pubblici Carla Colzi, alla Scuola e Università Iuna Sassi e alla Città storica Mimmo Spadoni; il direttore generale del servizio Formazione della Regione Emilia Romagna, Cristina Balboni.


Nello stabile, completamente riqualificato, sono stati realizzati sette appartamenti destinati a ospitare 23 studenti universitari. I lavori, a carico del Comune di Reggio Emilia, sono stati realizzati con un costo complessivo di 848mila euro, di cui 621mila euro per la realizzazione dei lavori. Di questi, 350mila dei quali sono stati garantiti da un finanziamento della Regione Emilia Romagna, nell’ambito del Programma “20000 alloggi in affitto”, che vincola i finanziamenti a progetti che abbiano come destinatari finali le categorie protette, tra cui gli studenti.
In base alla convenzione tra Arestud e Acer (che gestisce l’immobile per conto del Comune), l’edificio è dato in affitto ad Arestud. L’Azienda ha provveduto agli arredi con una spesa di 72mila euro, adeguati alle esigenze degli studenti, e pagherà ad Acer un canone annuo di 31mila e 700 euro, oltre alle utenze. La residenza ospiterà gli studenti universitari che beneficiano del posto alloggio assegnato sulla base dei criteri fissati dal Bando benefici dell’Azienda per il diritto allo studio universitario di Modena e Reggio Emilia.
“Questo intervento – ha detto il sindaco di Reggio, Graziano Delrio – è una risposta concreta alla domanda di alloggi che proviene dai giovani, in particolare dagli studenti universitari, sempre più presenti a Reggio e parte integrate della nostra comunità. Impegno dell’Amministrazione comunale è offrire servizi adeguati agli studenti universitari, fra i quali quelli fuori sede, per rendere Reggio sempre più all’altezza della sua vocazione universitaria e di un Ateneo al vertice della classifica nazionale delle Università statali. L’insediamento di palazzo Ancini rientra fra i cinque dedicati agli studenti, realizzati o in fase di realizzazione: ricordiamo anche gli alloggi di via Mascagni, piazza Vallisneri e Galleria Parmeggiani. L’impegno finanziario, suddiviso fra Comune di Reggio, Regione e Acer, è di 7 milioni di euro. La realizzazione che inauguriamo oggi ha inoltre il ‘valore aggiunto’ di accrescere la residenzialità in centro, creando una maggior presenza permanente di giovani nella città storica”.
Fra gli altri impegni del Comune di Reggio in ambito universitario, il sindaco Delrio ha ricordato la ristrutturazione di Villa Marchi e dei padiglioni dell’ex ospedale psichiatrico San Lazzaro, un comparto di eccezionale rilievo storico e architettonico destinato a campus universitario. “Questi interventi – ha concluso il sindaco Delrio – sono frutto delle politiche dell’Amministrazione comunale per l’Università, la Casa e i Giovani. Fra le proposte particolarmente apprezzate dal mondo giovanile e in particolare da quello studentesco, la Carta giovani che premia l’impegno volontario in attività sociali e facilita, anche sul piano economico, l’accesso a iniziative culturali; e l’agevolazione nell’uso dei servizi informatici con l’introduzione di tecnologie Wi Fi alla portata di tutti”.
“La nuova destinazione di questa ala di palazzo Ancini – ha detto il presidente di Arestud, Claudio Bergianti – permette di continuare a rispondere in maniera puntuale alla domanda di alloggi in città (il 100% degli studenti universitari che sono risultati idonei in base alle graduatorie del Bando Benefici hanno ottenuto a Reggio Emilia il posto alloggio), ma garantisce altresì un miglioramento qualitativo del servizio abitativo, sia per la dislocazione, particolarmente vicina alle sedi universitarie del centro, sia per la qualità edilizia degli alloggi. Questi nuovi alloggi hanno consentito di destinare, da parte dell’Università, che ne ha assunto la gestione, la residenza di via Mascagni agli scambi internazionali di studenti. La collaborazione tra Comune, Arestud e Università ha consentito di fare un rilevante passo in avanti nel radicamento della formazione universitaria e dei relativi servizi nella città di Reggio Emilia. Arestud rafforza così il proprio impegno, che sarà senz’altro confermato dall’Azienda regionale per il diritto agli studi superiori, in corso di costituzione, voluta dalla recente legge regionale. Un impegno che riguarda anche i numerosi studenti fuori sede che non hanno i requisiti per accedere alle graduatorie, ma a cui va assicurato un accesso al mercato privato in condizioni di regolarità e prezzi
sostenibili”.

Caratteristiche tecniche degli alloggi di palazzo Ancini
I sette alloggi realizzati a palazzo Ancini possono ospitare fino a 23 posti letto. Al piano terra è stato realizzato un alloggio, attrezzato anche per ospitare disabili, della superficie di 95 metri quadrati. Al piano ammezzato, tre alloggi: uno da 45 metri quadrati; un altro da 58 metri quadrati e un terzo da 65. Al piano superiore, altri tre alloggi, rispettivamente da 45,57 metri quadrati, 62 metri quadrati e 69 metri quadrati.