Il sindaco Caselli e l’assessore Orienti incontrano i dirigenti scolastici

Incontro scuole set 09Martedì 15 settembre cominciano le scuole per quasi 9mila alunni sassolesi di ogni età. La popolazione scolastica della nostra città conta infatti 337 bambini ai Nidi (pubblici e privati convenzionati), 1171 alle scuole materne (831 in quelle statali), 2073 alunni alle scuole primarie, 1314 alle secondarie di primo grado e 3911 alle scuole superiori. Un autentico esercito di giovani studenti, ai quali l’amministrazione fa i migliori auguri per un proficuo anno scolastico nel giorno in cui il sindaco Luca Caselli e l’assessore alla pubblica istruzione Antonio Orienti hanno incontrato i dirigenti scolastici: i direttori didattici dei tre circoli, Giuliana Marchetti, Gianluigi Giacobazzi e Rita Turrini; i presidi delle medie Scovotto e Manco, del Formiggini (Manco), del Baggi (Meduri), del Volta e don Magnani (Borghi), del Morante (Rossi), oltre ai direttori delle scuole private, Sant’Anna, San Giuseppe e Gesù Bambino.

“E’ l’occasione – spiega Antonio Orienti – per fare il punto sulla situazione scolastica nel nostro territorio e sulle incombenze che ci attendono. L’inizio è positivo perchè i lavori di ristrutturazione di quest’estate, che hanno interessato diversi plessi, sono stati tutti ultimati nei tempi previsti. Ma in questa occasione è importante anche confrontarsi sul necessario processo di dimensionamento che la riforma della scuola ci richiede. Come Comune capo-distretto Sassuolo avanzerà proposte sulla eventuale creazione di nuovi corsi superiori: noi siamo intenzionati a proporre un nuovo indirizzo turistico al Morante, e rafforzare sensibilmente la caratterizzazione dell’indirizzo ceramico al Don Magnani, cercando di interpretare, insieme alle associazioni degli imprenditori, le reali esigenze del nostro mondo produttivo per creare un programma di insegnamento effettivamente rispondente alle richieste del mondo del lavoro”.

C’è anche l’edilizia scolastica fra le priorità che l’assessore Orienti ha portato nel confronto di oggi coi dirigenti scolastici, che arriva prima di un prossimo incontro con la Provincia di Modena: “La nostra priorità è sicuramente la prosecuzione dei lavori del liceo, che hanno visto per ora la conclusione del primo stralcio. C’era un impegno preciso della Provincia per una conclusione tempestiva delle opere e chiederemo di rispettarlo, considerando che si tratta di un’esigenza primaria di spazio per le nostre scuole”.