Inaugurata la mostra “Cinni”

mostra_cinni_aeroportoQuesta mattina, al primo piano dell’Aeroporto “Guglielmo Marconi” di Bologna, è stata inaugurata la mostra “Cinni”, ovvero “bimbi” in bolognese. A tagliare il nastro, il Presidente del Bologna FC 1909 Francesca Menarini e il presidente dell’Aeroporto “Guglielo Marconi” Giuseppina Gualtieri.

Si tratta di un’iniziativa del Bologna calcio che abbiamo accolto con molto piacere”, spiega Giuseppina Gualtieri, “e che vede ancora unite due importanti realtà cittadine come l’Aeroporto e la società di calcio, già assieme quando sono stati ricordati i centenari della fondazione del club rossoblù e della consegna del Nobel a Guglielmo Marconi, oltre che quello del Giro d’Italia, nel giorno in cui ha fatto tappa in città. In particolare, credo sia davvero piacevole essere accolti in aeroporto dalle immagini di questi bambini sorridenti; e i bambini rappresentano il rapporto con lo sport nella sua accezione più sincera e naturale“.

Ringrazio l’Aeroporto “Guglielmo Marconi” per la collaborazione che sin dall’inizio ci ha dato nel realizzare gli eventi che celebrano il centenario del nostro club”, afferma il Presidente Francesca Menarini. “Siamo qui, in mezzo a tanti visi di bambini, anzi “cinni” in dialetto bolognese: sono immagini simpatiche, buffe, trasparenti; tra noi c’è anche Cristian, uno dei ragazzini fotografati, a fare da testimonial all’inaugurazione dell’esposizione. Sapete quanto tenga ai giovani e ai bambini: rappresentano il futuro. Ringrazio il fotografo Gianluca Simoni, che ha realizzato questi scatti così belli e particolari“.

Dario De Cesaris, coordinatore delle iniziative del Centenario del Bologna FC 1909, ricorda l’evento del primo luglio. “Una giornata bellissima trascorsa allo stadio assieme ai ragazzi e alle ragazze che stavano partecipando ai Campus Rossoblu e ai campi estivi organizzati dal Comune di Bologna. Quei ragazzi rappresentavano la città e in quell’occasione abbiamo pensato che sarebbe stato significativo immortalare tanti volti di “cinni” per lasciare un segno tangibile e duraturo, accogliendo allo stesso tempo in modo sicuramente piacevole chi arriva all’aeroporto cittadino“.