Si apre con Maurizio Crozza la stagione del teatro Carani

carani_sassuolo2Dieci spettacoli in abbonamento e cinque fuori abbonamento per una stagione teatrale che vede il Carani ancora una volta ai massimi livelli per qualità della proposta. Il nuovo cartellone della storica sala sassolese, gestita ancora una volta dall’associazione Michelangelo, mette insieme prosa, musica, balletto, comicità in un quadro molto vario e adatto a tutti i gusto del pubblico sassolese. Sicuramente da sottolineare è il concerto di Giovanni Allevi, che chiuderà la stagione il prossimo 16 aprile 2010. “Siamo riusciti ad allestire un cartellone vario – commenta Berto Gavioli, direttore artistico del Carani – che soddisfa sia gli appassionati della prosa di qualità che quelli del teatro leggero, porta a Sassuolo alcuni personaggi molto celebri e amati, propone come sempre importanti spettacoli anche nel campo della musica e del balletto. Quello che vorremmo è riportare il Carani al centro della proposta teatrale di tutto questo comprensorio, un punto di riferimento insomma per un network di programmazioni differenziate in collegamento con altre sale presenti in zona, in modo da garantire al pubblico spettacoli diversi, magari complementari fra loro. Ci sentiamo di proporre lo storico teatro sassolese per questo ruolo centrale e di tentare per questo una programmazione a medio-lungo termine, che speriamo sia possibile una volta risolti i nodi legati ad amministrazione e proprietà della sala”.

“Il Carani – afferma l’assessore alla cultura Luca Cuoghi – è un po’ l’icona della cultura sassolese, con il suo fascino liberty ed i suoi “cassetti di ricordi”. Ogni sassolese si sente legato a questo Teatro e conserva almeno un’emozione di un bel film, una rappresentazione coinvolgente o di quella volta che è salito sul palcoscenico. Per mantenere questa vivacità, fin dai primi giorni del nostro mandato, abbiamo lavorato perché il gestore potesse realizzare questa Rassegna Teatrale, che oggi viene presentata nella sua varietà e nella sua ricchezza.

Il nostro impegno proseguirà nei prossimi mesi per concludere un accordo di più ampio respiro con la proprietà, che dia la possibilità al gestore di programmare con maggiore tranquillità e consenta di continuare quella tradizione che da sempre vede i grandi nomi del teatro italiano esibirsi a Sassuolo”.

La stagione prende il via il 1 novembre con Maurizio Crozza in “Fenomeni”, nuovo spettacolo che ha al centro il nostro paese, i suoi protagonisti e le sue vittime.

Il 12 novembre la Compagnia Corrado Abbati porterà in scena uno dei più fortunati spettacoli di teatro leggero della storia, “My fair lady”.

Il 25 novembre Zuzzurro e Gaspare si cimenteranno con un testo di Checov, “Scherzi”.

Il 4 dicembre primo spettacolo fuori abbonamento, il balletto “La Bella Addormentata”, su musica di Ciaikovsij a cura del Balletto di Mosca La Classique.

Il 17 dicembre arriva al Carani l’energia di Jesus Christ Superstar, edizione in lingua originale.

Il 14 gennaio 2010 Luca Barbareschi e Chiara Noschese portano in scena un raro testo di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, “Il caso di Alessandro e Maria (curiosa replica di una storia che ha già avuto luogo)”.

Il 19 gennaio, fuori abbonamento, “Cose che mi sono capitate”, nuovo spettacolo di Gene Gnocchi.

Il 21 gennaio “Ho appena 50 anni”, danza, musica, suggestioni visive con Raffaele Paganini.

Il 29 gennaio Maria Paiato e la Cooperativa Argot in “La Maria Zanella”.

Fuori abbonamento il 5 febbraio un altro balletto, “Romeo e Giulietta”, con musica di Ciaikovskij a cura del Balletto di Milano.

Il 12 febbraio l’abilità di Ennio Marchetto nello spettacolo “A qualcuno piace carta”.

Il 3 marzo, fuori abbonamento “Divino Tango”, con Pasiones Company, Adrian Aragon e Erica Boaglio.

Il 19 marzo “Avenue Q”, singolare rappresentazione con attori e pupazzi, disegnati da Arturo Brachetti.

Il 7 aprile Maurizio Micheli e Tullio Solenghi in “Italiani si nasce e noi lo nacquimo”.

Infine, fuori abbonamento, il 16 aprile sarà la volta di Giovanni Allevi per un attesissimo concerto.

Sono diverse le forme di abbonamento previste: a 10 oppure a soli 4 spettacoli. Sono previste diverse forme di agevolazione. Per chi sottoscriverà un abbonamento inoltre è prevista una riduzione sul prezzo del biglietto per gli spettacoli non inclusi e l’ingresso a prezzo ridotto al cinema in ogni giorno di programmazione.