Turismo: contributi per 2 milioni e mezzo di euro

turismo_modenaHanno tempo fino a mercoledì 30 settembre le piccole imprese del turismo, commercio e servizi che intendono presentare la domanda per accedere al fondo di incentivazione di due milioni e 658 mila euro messo a disposizione dalla Provincia di Modena. Le imprese interessate sono quelle che operano nelle aree di sviluppo dei progetti del circuito “Terra di motori”, in quello di “Castelli, rocche, ville e palazzi” e nell’ambito del turismo sportivo e verde in Appennino, tutti previsti nel programma di valorizzazione e promozione del patrimonio ambientale e culturale dei territori modenesi.Al fondo, che copre l’intero periodo di programmazione del Por-Fesr regionale 2007-2013, il programma operativo che consente di utilizzare le risorse comunitarie, possono accedere le piccole imprese, singole o associate, e le imprese innovative in fase di costituzione. Le domande vanno presentate alla Provincia di Modena. Per informazioni: tel. 059 200004; il testo completo del bando e la modulistica sono disponibili sul sito www.provincia.modena.it.

I contributi, per un massimo di 200 mila euro, possono essere richiesti per interventi di realizzazione, recupero, trasformazione, ristrutturazione, ampliamento, riqualificazione e ammodernamento dell’attività svolta; per l’attivazione e la riqualificazione di esercizi polifunzionali; per l’introduzione e lo sviluppo di servizi on line e del commercio elettronico.

Il programma di valorizzazione e promozione turistica del territorio modenese oltre ai contributi per i privati prevede diversi interventi pubblici per un totale di due milioni e 987 mila euro. Nell’ambito del circuito “Terra di motori”, saranno finanziate la realizzazione della galleria espositiva alla Casa natale di Enzo Ferrari e l’ampliamento della galleria Ferrari di Maranello, mentre nel circuito dei castelli, che comprende 16 realtà nel territorio modenese con capofila il Palazzo dei Pio di Carpi, sono previsti interventi in diverse aree.

Altri tre progetti sono in montagna: la costruzione di un bike park in grado di ospitare gare internazionali nella zona del Cimone tra i Comuni di Sestola, Fanano, Montecreto e Riolunato; la riqualificazione per il trekking del reticolato dei sentieri storici nell’area dei boschi di Monzone e del ponte del Diavolo; la sistemazione del parco ducale di Pavullo.