Appennino modenese, un autunno tutto da gustare

FunghiFunghi e castagne, ma anche cioccolato e croccante, ciaccio e borlenghi, Parmigiano Reggiano e ricotta, tigelle e gnocco fritto borlenghi e tartufo. A due settimane dall’inizio dell’autunno le località dell’Appennino modenese si preparano a celebrare i loro numerosi prodotti tipici. A fine settembre prende il via il ricco programma di appuntamenti enogastronomici all’insegna del gusto e dell’enogastronomia. In occasione dei principali eventi, il Consorzio Valli del Cimone propone vantaggiosi pacchetti weekend a partire da 69 euro per scoprire i gusti e le bellezze naturalistiche della montagna modenese.Ecco una rapida carrellata dei principali eventi dedicati alle leccornie della cucina montanara.

Si comincia domenica 27 settembre a Fanano con la “Festa del fungo” dove protagonisti saranno le “cioppadelle” o più comunemente i “porcini” che si potranno acquistare negli stand allestiti nel centro storico. In programma anche un incontro con un esperto micologo e tanti menù a tema proposti dai ristoranti del paese.

Il weekend seguente (3-4 ottobre) un altro appuntamento da non perdere: la “Sagra del Parmigiano Reggiano” di Lama Mocogno, giunta alla 6^ edizione. In tutte le strade degustazioni, esposizione e vendita del celebre formaggio, prodotto esclusivamente nei caseifici locali. A contorno giochi ed animazioni ed una divertente gara a squadre di lancio della forma da 30 chilogrammi.

Sempre il 4 ottobre a Piandelagotti (Frassinoro) è in programma la Festa della Patata Tipica di Piandelagotti. Dal 9 all’11 ottobre uno degli eventi più attesi: i “Giochi di Cioccolato & Croccante” di Sestola. Alla kermesse ideata da Marisa Tognarelli partecipano i migliori cioccolatieri italiani. In programma degustazioni, lezioni multimediali per i bambini, trofei di sculture di cioccolato, concorsi, giochi, animazioni e tanti stand gastronomici.

Domenica 11 ottobre a Riolunato c’è la “Sagra della ricotta” per conoscere e assaggiare i piatti tipici locali a base del formaggio fresco ottenuta dalla lavorazione del latte di pecora e mucca.

Molti i prodotti tipici dell’Appennino modenese protagonisti a Sestola il 17-18 ottobre per “Pan còtt e cumpanàdegh – Festa della Gastronomia Locale”.

Alla castagna, frutto dell’autunno per eccellenza, sono dedicati invece diversi eventi, tra di essi: sabato 17 e domenica 18 a Fontanaluccia (Frassinoro) è in programma la
17esima Festa della Castagna mentre a Rubbiano (Montefiorino) si tiene la 12esima Festa dei Castagnacci dedicata al Marrone del Frignano;
 Montecreto il 24 e 25 ottobre ospita la 24esima edizione della “Festa della Castagna”, una manifestazione che ogni anno raccoglie visitatori provenienti da tutta Italia, mentre il 31 ottobre si tiene la 18^ edizione della “Festa della Castagna” di Pievepelago. Infine, da sabato 24 ottobre a domenica 1 novembre, a Montefiorino è in programma la 17^ edizione della Sagra del Tartufo modenese. La manifestazione celebra il famoso e prelibato tubero che per le sue pregiate caratteristiche è da sempre considerato il re della tavola. Molte le iniziative in programma nei dieci giorni della sagra. Si va dalle mostre micologiche e del tartufo alle mostre storiche, di pittura e disegni; dagli allestimenti di stand gastronomici dedicati alle varie specialità tipiche locali (ciacci, tigelle, gnocco fritto, polenta, torta di patate, castagnaccio, frittellozzi di castagne) alle gare di cani da tartufo; dalle animazioni di strada ai concorsi di pane fatto in casa; dal Palio del Nocino alle escursioni; dai cortei storici ai concerti di musica. Oltre al mercato del tartufo e dei prodotti tipici della zona, ci sarà l’isola dei prodotti a marchio collettivo “Tradizione e sapori di Modena” e dei piccoli produttori.