Il presidente di Confindustria Ceramica Manfredini ha inaugurato la fiera di Casalgrande

inaugurazione fiera 09 028E’ stato il presidente di Confindustria Ceramica Franco Manfredini questa mattina a dare il via ufficiale alla tradizionale Fiera di Casalgrande. Al suo fianco il sindaco Andrea Rossi, la Giunta comunale al completo, l’assessore provinciale Roberto Ferrari, il segretario provinciale della Cgil Mirto Bassoli, il sindaco della città “gemella” Dunakeszy Geza Kecskemethy. Nel suo intervento di saluto il sindaco ha sottolineato come la fiera quest’anno sia stata organizzata nel segno della sobrietà:

“La fiera, ha detto Rossi, avviene in un momento certamente non favorevole dal punto di vista economico: tante sono le incertezze alla ripresa del lavoro dopo la pausa estiva; tanti i timori legati soprattutto ai livelli occupazionali che stanno registrando preoccupanti flessioni; tante, ancora, le preoccupazioni delle famiglie con i figli che iniziano la scuola, gli anziani da accudire, le tante spese che devono affrontare.

Ebbene, l’amministrazione è ben consapevole di tutto ciò ma non per questo rinuncia al proprio ruolo di stimolo, di promozione culturale del territorio, di “volano” per le associazioni, di supporto a quanti vogliono impegnarsi per il proprio paese. La fiera, quindi come una bella occasione per dimostrare il nostro ottimismo, la volontà di reagire, la certezza che siamo una comunità forte e coesa e che sa affrontare le difficoltà con coraggio e determinazione”.

Mito Bassoli, da parte sua, ha sottolineato l’importanza della presenza delle parti sociali anche in questi appuntamenti di festa, soprattutto in una fase così difficile e dalle pesanti ricadute sul territorio. “Ma non rassegniamoci, ha detto: dobbiamo metterci nella condizione – e ne abbiamo la capacità – di reagire con forza ed energia per non lasciare nessuno per strada, soprattutto ora che l’uscita dal tunnel ci pare lontana e le prospettive sono ancora incerte”.

Particolarmente significativo il saluto del presidente Franco Manfredini che ha incentrato il suo intervento sulla responsabilità sociale delle imprese che, ha detto: “Devono fare bene il proprio lavoro, innovare, cercare nuovi mercati ma che, nel contempo, devono tenere alta l’attenzione sul fattore umano, sulle conseguenze che le scelte hanno sulle comunità per salvaguardare i livelli di benessere raggiunti. Non serve, ha concluso, fare previsione, dichiararsi ottimisti o pessimisti; serve invece lavorare insieme, imprenditori, sindacati, istituzioni per non commettere gli errori del passato e intraprendere azioni positive per uscire dalla crisi”.

La mattinata inaugurale

Alle 11.00, dopo il taglio del nastro, il gruppo delle autorità si è spostato nella sala espositiva del centro culturale sarà è stata inaugurata la mostra fotografica di Stanislao Farri “Dal bianco al nero”, alla presenza dell’Autore. La mostra, come sempre, è stata organizzata dal circolo fotografico Il Torrione, con il patrocinio dell’amministrazione comunale; significativa la collaborazione con la Provincia di Reggio Emilia e di Palazzo Magnani.

La sala espositiva sarà aperta dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 24 nei giorni festivi; dalle 21 alle 24 nei giorni feriali.

 Le mostre culturali

Sono seguite presso il Centro Babilonia l’inaugurazione della mostra “Rifiuti… il Tempo?! – Percorso di cultura e sensibilità nel rispetto dell’ambiente” in collaborazione con Enìa; presso

l’ Oratorio don Milani l’inaugurazione della rassegna d’arte a scopi benefici con dipinti di Nino Poli e opere di Giovanni Cattani; presentato il libro “Favolando” con letture di Rina Mareggini