Università: test per le matricole di Agraria

Università_studenti_3Anche per le matricole iscritte al corso di laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti della facoltà di Agraria dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia arriva il giorno della verità, il momento di scoprire se hanno le necessarie conoscenze di base per sostenere con proficuo lo studio che li attende. Non dovranno sostenere alcuna prova selettiva, ma tutti quanti dovranno sottoporsi ad un test di valutazione della preparazione raggiunta per verificare il possesso dei requisiti di competenze e conoscenze scientifiche e culturali indispensabili per affrontare il percorso di studi scelto ed accertare la sussistenza di eventuali lacune, che potranno essere colmate frequentando i corsi di azzeramento di matematica e chimica che verranno svolti presso la facoltà dal 24 al 30 settembre.

La prova, che sarà ripetuta anche in altre date per i ritardatari, verrà effettuata nella mattinata di martedì 15 settembre 2009 con inizio alle ore 10.00 nell’Aula 1 presso la facoltà di Agraria (via Amendola 2 – Padiglione BESTA del Campus scientifico San Lazzaro) a Reggio Emilia.

Vi possono partecipare tutti gli studenti che nel frattempo si sono regolarmente preimmatricolati per l’anno accademico 2009/2010, ma anche chi, non essendo ancora preimmatricolato, si registra al momento del test e può immatricolarsi successivamente. Sarà gratuita e non pregiudicherà comunque l’iscrizione e la frequenza al corso di laurea.

Alla data di venerdì 11 settembre erano già 42 i preimmatriocolati registrati dalle Segreterie Studenti dell’Ateneo, un dato che conferma il positivo trend che sta contraddistinguendo l’interesse dei giovani, e soprattutto dei neodiplomati, per questa facoltà, che molte classifiche nazionali considerano per qualità ai vertici della disciplina sia per l’eccellenza didattica che per il livello della ricerca.

“Il trend di crescita del numero di preimmatricolati alla nostra facoltà iniziato lo scorso anno, continua anche quest’anno. Ad oggi siamo arrivati a quota 42 ed il numero di aspiranti studenti – commenta il Preside prof. Domenico P. Lo Fiego – si distribuisce equamente tra i due curricula previsti (Tecnologie Agrarie e Tecnologie Alimentari). Ciò ci rende particolarmente soddisfatti e conferma la scelta giusta effettuata al momento della progettazione della nuova offerta formativa. Il gradimento degli studenti per la nostra facoltà è dovuto sicuramente alla qualità della didattica e della ricerca riconosciute dalle diverse classifiche e all’inserimento abbastanza rapido nel mondo del lavoro, ma è dovuto anche al fatto che la facoltà è <a misura d’uomo> e gli studenti trovano risposte immediate alle loro richieste. Altro fattore importante è l’attività di orientamento svolta nelle scuole superiori seguita da periodi di stage svolti dagli studenti presso i nostri laboratori”.

Il test di valutazione consisterà in un questionario a risposte multiple (di cui una sola esatta) riguardante argomenti di biologia, matematica e chimica.