Passa da Modena la Granfondo Ciclistica per Trapiantati

sport-ciclismo_1L’Associazione “Amici del Trapianto di Fegato ONLUS” di Bergamo, in collaborazione con il Comune di Modena e con il Centro Riferimento Trapianti della Regione Emilia Romagna, nell’ambito della Campagna “Una Scelta Consapevole”, organizza la sesta Granfondo Ciclistica dei Trapiantati. I ciclisti partiranno da Bergamo e arriveranno a Trento, facendo tappa, nella nostra regione a Modena, Bologna e Ferrara. La carovana dei ciclisti arriverà in città giovedì 17 settembre alle 11,15. I ciclisti saranno scortati dalla Polizia Municipale, dall’ingresso nel territorio comunale fino alle Scuole Paoli in viale Reiter 81. Dalle 11,30 ci sarà l’incontro con gli studenti delle Scuole Medie Paoli (due classi terze che hanno già partecipato all’ultima edizione del Premio Donazione e Solidarietà) nell’aula Magna della scuola. Sarà avviato un dibattito con i ragazzi delle classi coinvolte, alla presenza del Sindaco di Modena Giorgio Pighi, delle autorità scolastiche della scuola San Carlo, dei rappresentanti dell’Associazione “Amici del Trapianto di Fegato ONLUS, dei rappresentanti delle Associazioni del dono di Modena (interverrà AIDO), dei rappresentanti delle Aziende Sanitarie di Modena (Policlinico e AUSL), e dei referenti della commissione regionale “Una scelta consapevole”. L’evento è attuato in collaborazione con tutti i componenti della Commissione Provinciale di Modena “una scelta consapevole”, per iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche della solidarietà e della donazione di organi sangue e tessuti, gestita dal Comune di Modena e composta da AUSL di Modena, AOU Policlinico di Modena, AIDO, ADMO, ASEOP, ANED, ANTF, AVPA-Croce Blu. L’iniziativa si inserisce nella più ampia campagna di azioni sulla donazione che vedono al centro il Premio Donazione e Solidarietà, nato per sensibilizzare i ragazzi fin da un età molto giovane su queste importanti tematiche. Il premio, giunto alla settima edizione, ha coinvolto nel 2009 più di 900 ragazzi delle scuole medie del territorio comunale (San Carlo, Paoli, Ferraris, Carducci, San Damaso, Lanfranco, Guidotti), i cui studenti sono stati seguiti in un percorso di informazione e sensibilizzazione sui temi della donazione degli organi da un’equipe di educatori formata da un medico e un volontario svoltosi nei mesi da febbraio ad aprile. I ragazzi hanno poi prodotto materiali sul tema (disegni, testi, filmati, giochi,..). Con i lavori realizzati è stata allestita una mostra presso il centro commerciale La Rotonda in maggio. Gli elaborati vincitori (che saranno proiettati nell’aula Magna delle scuole Paoli durante il dibattito del 17 settembre) sono stati premiati e saranno presenti nel calendario della donazione 2010.

Aumentano donatori e trapianti in Emilia-Romagna: nel 2008 31,1 i donatori (la media nazionale è 21,3) utilizzati per milione di abitanti (erano stati 26,4 nel 2007, 28,6 nel 2006), 339 i trapianti di organi (erano stati 320 nel 2007, 301 nel 2006). La rete regionale trapianti dell’Emilia-Romagna si conferma dunque un sistema solido. La vitalità del sistema trova conferma negli indici di trapianto (percentuale di organi trapiantati rispetto agli organi prelevati) e nel numero di trapianti per milione di abitanti, ai livelli di eccellenza mondiale. E’, in sintesi, quanto emerge dal report 2008 sulla donazione e trapianto di organi in Emilia Romagna.

Rimane comunque fondamentale insistere sulle attività di sensibilizzazione e donazione, in quanto in Regione sono in aumento anche le opposizioni alla donazione : nel 2007 erano il 28 % e nel 2008 sono state il 33,3%, confermando un trend in aumento (nel 2005 erano il 25%).