Bologna, prende il via da giovedì 24 settembre la V edizione della Triennale di architettura ed urbanistica


architetturaAl via giovedì 24 settembre la V edizione della ‘Triennale internazionale di architettura e urbanistica di Bologna’. La manifestazione – organizzata da “A vision of Europe” con il patrocinio, tra gli altri, della Regione Emilia-Romagna, del Ministero dello sviluppo economico, e dell’Istituto nazionale per Commercio estero – si articola in una mostra internazionale, in due giornate di studi tra urbanisti, architetti e amministratori e una guida, multilingue, alle eco-città efficienti.

«Dai tanti esempi internazionali di urbanistica – ha sottolineato l’Assessore regionale alla Programmazione e sviluppo territoriale Gian Carlo Muzzarelli – quello di una città solidale è un tema sul quale la progettazione urbanistica e architettonica può svolgere un ruolo determinante specie se unita a una valorizzazione delle forme di decentramento amministrativo e gestionale dei servizi. La riqualificazione urbana, deve essere una strategia preferenziale per indirizzare lo sviluppo limitando il consumo di nuovo territorio soprattutto se può migliorare la qualità urbana complessiva. E’ ovvio che dobbiamo attribuire al concetto di qualità un significato complesso, che non riguarda solo l’impatto “fisico” sull’edificato, ma anche il livello di integrazione sociale».

Il programma della Triennale

L’appuntamento di apertura della Triennale, giovedì 24 settembre, a partire dalle ore 18,30, presso la sede dell’Ascom di Bologna (Strada Maggiore, 23) con la conferenza “Il ruolo del commercio al centro delle nuove eco-città compatte”: interviene professor Michael Lykoudis, preside Facoltà di Architettura dell’Università di Notre Dame negli Stati Uniti.

Venerdì 25 e sabato 26 settembre una due giorni di studi e confronti (con architetti, urbanisti, amministratori di diversi Paesi) sul tema “Nuove eco-città compatte per uno sviluppo sostenibile” che si svolgerà nel Quartiere S. Stefano a Bologna (via S.Stefano, 119).

Dal 26 settembre al 26 ottobre, presso il Baraccano (via S.Stefano, 119), sarà visitabile la mostra che illustra 88 nuove città, quartieri, distretti, borghi e villaggi selezionati dal Premio Europeo 2008 dedicato al miglior quartiere costruito negli ultimi 25 anni. Tra le Eco-città efficienti presentate alla Triennale, il nuovo centro urbano di Plessis Robinson, premiato con il prestigioso Philippe Rotthier Prize. Il caso di maggior successo nella regione metropolitana parigina dove una “banlieue dure” è stata rigenerata demolendo 2.400 alloggi in stecche e torri obsolete degli anni 1960-70 e una nuova eco-città giardino è stata realizzata secondo i principi dello sviluppo durabile.

In occasione della Triennale sarà ufficialmente lanciato Eccn, il primo network internazionale dedicato alle nuove Eco-Città Compatte, presieduto dall’onorevole Philippe Pemezec, deputato Ump relatore della legge Borloo sull’Ambiente in Francia, e sindaco della città premiata col Premio Europeo per il miglior quartiere costruito negli ultimi 25 anni. Durante la Triennale sarà presentata anche la guida (in italiano, francese e tedesco) alle eco-città efficienti, uno strumento utile per fornire a tecnici, amministratori e cittadini un supporto per la progettazione e la realizzazione d’interventi ispirati a uno sviluppo autenticamente sostenibile (edito da Alinea Editrice, a cura di Gabriele Tagliaventi e Alessandro Bucci).

Per informazione telefonare ai numeri 0532.974915 – 051.233717 o scrivere all’indirizzo e-mail o consultare il sito A vision of Europe.