Arriva anche in Emilia-Romagna il Circo sociale


Circo Sociale 10Si tratta della la campagna itinerante della Commissione europea per fare conoscere meglio ai cittadini i diritti sociali e le politiche promosse dall’Unione. L’iniziativa della Commissione europea è promossa dalla vicepresidente della Regione e assessore con delega all’Europa Maria Giuseppina Muzzarelli e dalla presidente dell’Assemblea legislativa Monica Donini, in collaborazione con numerosi enti e istituzioni locali.

La kermesse, che prevede appuntamenti a Bologna e Ravenna, è stata inaugurata questa mattina dalla vicepresidente della Regione Emilia-Romagna Maria Giuseppina Muzzarelli, dalla presidente dell’Assemblea legislativa Monica Donini, dalla presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti, dal sindaco di Bologna Flavio Delbono, dal direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea Carlo Corazza e da Jimmi Jamar, ideatore della campagna e capo unità dell’Europa sociale dell’Ue. Ha moderato l’incontro inaugurale Patrizio Roversi. “Questa iniziativa ha l’obiettivo di avvicinare l’Europa ai giovani”, ha sottolineato la vicepresidente Muzzarelli. “Abbiamo cercato di dare una risposta collettiva per continuare a costruire una identità europea. Il circo è un simbolo che mette insieme maestria e leggerezza, lavoro e sogno e comunica bene quello che l’Europa fa e può fare”. Il direttore Corazza ha aggiunto: “Qui c’è l’Europa che sa dare risposte ai grandi temi, dalla lotta ai grandi cambiamenti climatici alle tematiche sociali, per non lasciare indietro nessuno”.

Bologna

Oltre alle esibizioni di giocolieri, prestigiatori, clown e trampolieri dell’associazione Gelsomina, sono in programma incontri dedicati a bambini e ragazzi, conferenze, spettacoli, seminari e laboratori didattici. All’interno di un tendone circense di 250 metri quadrati, montato in piazza, si parlerà di ciò che l’Europa può fare in termini di diritti e di opportunità per donne, uomini, persone disabili o in difficoltà, anziani, giovanissimi e immigrati. Anche scoprendo le nuove opportunità di lavoro e di formazione. Nel pomeriggio conferenza alle ore 18, si terrà il convegno “Oltre la crisi: Europa sociale, Europa del domani” con l’assessore alle attività produttive Duccio Campagnoli, il presidente nazionale di Cna Ivan Malavasi, il presidente di Unindustria Bologna Maurizio Marchesini e i rappresentanti dei sindacati Cgil, Cisl e Uil.

Tra gli appuntamenti del 30 ottobre, alle 10 “L’Europa ama i giovani e l’Emilia-Romagna anche” all’Auditorium Enzo Biagi della Sala Borsa: incontro sul Fondo sociale europeo con, tra gli altri, l’assessore regionale alla scuola Giovanni Sedioli, Roberto Grandi dell’università di Bologna e Diego Marani della Commissione europea.

In Cappella Farnese alle 11 “Le sfide per l’energia e il clima” con il direttore della Commissione europea a Milano Carlo Corazza, l’assessore regionale all’ambiente Lino Zanichelli, il direttore di Arpa Stefano Tibaldi e il direttore scientifico del Wwf Italia Gianfranco Bologna.

Sabato 31, invece, ci sarà “Ho l’età per?”, conferenza in Sala Borsa con Anna Maria Dapporto assessore regionale alle politiche sociali, gli assessori Luisa Lazzaroni (Comune di Bologna) e Giuliano Barigazzi (Provincia di Bologna) e don Giovanni Nicolini.

La vicepresidente della Regione Muzzarelli, invece, parteciperà alla conversazione “Donne d’Europa”, insieme all’europarlamentare Anna Maria Corazza e ad alcune imprenditrici, concludendo l’intera iniziativa bolognese.

Ravenna

Il 5 novembre la campagna circense si sposterà a Ravenna in Piazza del Popolo dove, alle ore 12, è prevista l’inaugurazione con il sindaco Fabrizio Matteucci, la presidente Donini, la vicepresidente Muzzarelli e l’assessore della Provincia di Ravenna Emanuela Giangrandi. Nella città romagnola la campagna si intreccia con il percorso della candidatura a “Capitale europea della cultura”. Gli interventi saranno focalizzati sul tema dei giovani, dell’integrazione e del dialogo tra i popoli. Oltre agli spettacoli circensi, di magia e giocoleria, nei due giorni di iniziative, ci saranno stand informativi su cultura, lavoro e formazione, giovani e integrazione. In programma anche seminari sulle opportunità di lavoro in Europa nelle professioni culturali, incontri didattici per i bambini, incontri su Fondo Sociale Europeo e programmi universitari.

La campagna europea “Circo sociale”

Lavoro, barriere alla mobilità sociale, povertà, diversità, uguaglianza tra uomini e donne, equilibrio nei carichi familiari, protezione sociale per gli anziani, formazione e nuove competenze professionali. Sono questi i temi intorno ai quali si svolge la campagna informativa europea. L’iniziativa trae ispirazione dal “circo sociale”, un movimento di indirizzo pedagogico che utilizza le arti circensi come strumento per aiutare i giovani con problemi sociali.

Nel corso del 2009 in molte città europee (da Praga a Parigi a Lisbona) sono già state organizzate diverse manifestazioni circensi sul tema dei diritti sociali, Bologna e Ravenna sono le prime città italiane a ospitarle.

Per scaricare il programma clicca qui.