Policlinico Modena: due apparecchi diagnostici portatili donati a Pediatria


Immagine 197Un innovativo strumento diagnostico e un sofisticato monitor sono stati donati alla Struttura Complessa di Pediatria del Policlinico, Diretta dal prof. Paolo Paolucci dalla ditta Simint che si occupa di abbigliamento. La donazione è stata di quasi 5.000 euro.

Il Pulsossimetro Masimo mod. Radical-7 un apparecchio che consente il monitoraggio in continuo o saltuario della saturazione di ossigeno e frequenza cardiaca in pazienti adulti, pediatrici e neonatali. Lo strumento ha un design particolare che consente di scollegare il palmare dall’unità di base ottenendo così un pulsossimetro portatile, compatto, leggero e facile da utilizzare. La rotazione automatica dello schermo (Gravity Activated) consente la visualizzazione in verticale, indipendentemente dalla posizione del monitor. Il Radical-7 ha un sistema per la gestione degli allarmi completamente innovativo: oltre agli allarmi standard”, acustici e visivi è dotato del sistema allarmi a “3D” –3D Alarm System,che avvisano l’utente del “cambio” nell’interazione tra diverse variabili .

“Questo strumento – ha spiegato la prof.ssa Fiorella Balli già direttore della Pediatria che ha direttamente seguito le fasi della donazione – ha la caratteristica di estrema maneggevolezza, , valuta parametri del sangue in modo assolutamente non invasivo, il chè è ovviamente essenziale nell’assistenza pediatrica.” Lo strumento potrà essere implementato con funzioni come il monitoraggio di carbossiemoglobina (%SpCO),metaemoglobina (%SpMet), emoglobina totale (SpHb) e contenuto di ossigeno (SpOC) ed indicazione dell’ indice di variabilità dell’onda pletismografica (PVI) che fornisce preziose indicazioni sulle condizioni emodinamiche del paziente.

Monitor paziente multiparametrico Philips mod. Intellivue MP2 di ultima generazione compatto, ultraleggero, permette di monitorare i parametri vitali dei pazienti durante trasporti, semplice ed intuitivo all’uso. Dotato di monitor a colori touch-screen con display TFT ad alta risoluzione da 3.5’’ integrato, permette il monitoraggio e la visualizzazione dei parametri paziente, come ECG/Respiro, Frequenza cardiaca, SPO2 (saturazione ossigeno), NIBP (Pressione non invasiva), trend dei dati acquisiti grafici e tabellari delle ultime 48 ore e fino a n°3 forme d’onda. Il monitor è inoltre dotato di sistema di allarme articolato in 4 differenti livelli e software per Terapia Intensiva Neonatale.

L’apparecchiatura può essere collegata ad un eventuale rete informatica interna aziendale (LAN) per la trasmissione dati paziente ad una centrale di monitoraggio e a postazioni informatiche remote.

Simint ha donato 5.000 euro, per l’acquisto dei due strumenti e ha manifestato la volontà che questo non rimanga un fatto episodico, ma abbia continuità nel tempo.“Questi eventi testimoniano la sensibilità dei donatori e la forte integrazione che esiste fra cittadinanza ed Policlinico di Modena”. Ha detto il dottor Stefano Cencetti, direttore generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena.

Stamattina, alle ore 9,45, i rappresentanti di Simint, guidati dal Direttore di Stabilimento dottor Stefano Galavotti hanno visitato la Pediatria del Policlinico, accompagnati dal direttore prof. Paolo Paolucci, dalla prof.ssa Fiorella Balli e dal direttore generale dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, dottor Stefano Cencetti.

Nella foto, da sinistra: Stefano Cencetti, Fiorella Balli, Stefano Galavotti, Paolo Paolucci