I Volontari sassolesi in aiuto di una bambina peruviana


Una bella storia di Natale che ha come attori i volontari della Protezione Civile di Sassuolo. Il tutto parte da una grave malattia, un tumore, che ha colpito un bambina di 10 anni: Berenice Rony Ramos Gutierrez residente a Lima (Perù).

Dopo diversi tentativi svolti in Perù per salvare la gamba destra colpita da questo brutto male e considerato il deterioramento dell’anca destra, grazie all’interessamento della Caritas è stata portata in Italia presso l’Ospedale Gaslini di Genova dove, dopo la visita, è stato deciso di intervenire in fretta a causa dell’avanzamento considerevole del tumore ma, prima di intervenire, la piccola è stata trasportata presso l’Ospedale Rizzoli di Bologna per un consulto.

La diagnosi era di intervenire con tempestività apponendo una protesi sulla gamba sinistra: un intervento che costava parecchi migliaia di Euro (18.000) e che la famiglia non aveva e ne poteva procurarsi.

Nella stanza del Rizzoli dove si trovava la bambina era presente un imprenditore di Prignano Sulla Secchia, Angelo Curocchi, titolare della Mineraria di Boca, che oltre ad occuparsi delle proprie aziende svolge servizio di Volontario della Protezione Civile, che l’hanno visto partecipare al terremoto dell’Abruzzo con assistenza alla popolazione e alle Esequie del Santo Padre. Visto il dolore della madre, l’imprenditore si è offerto di pagare l’intervento versando con un bonifico bancario l’intera somma mancante. L’intervento è stato così di possibile realizzazione impiantando una protesi sulla gamba destra.

Alla disponibilità dell’imprenditore, si sono uniti i volontari Antonio Longhi e Piergiorgio Ricchi che hanno regalato alla bambina un Computer configurato ad internet per consentirle, il giorno di Natale, di collegarsi con Lima e vedere il padre e il fratellino.

A conclusione con questa prima parte, i Volontari Antonio Longhi e Pier Giorgio Ricchi, con l’ambulanza della Croce Rossa Italiana hanno provveduto al trasporto di Berenice presso l’Ospedale Gaslini di Genova per il proseguo della terapia in attesa dei relativi controlli presso il Rizzoli.