Sicurezza Modena, Leoni (Pdl): dove sono i vigili con il cellulare e gli agenti della Polizia Municipale in più promessi promessi da Pighi?



“Pighi non ha ancora assunto i venti agenti che ancora mancano all’organico della Polizia Municipale, ha restituito il pulmino attrezzato per il presidio delle aree a rischio, non ha applicato il pacchetto sicurezza del governo, non ha dotato il centro storico, come promesso nel 2006, del Presidio fisso delle forze dell’ordine, e si è completamente dimenticato del progetto di vigile di prossimità che, integrando l’operato dei vigili di quartiere, doveva, già dal 2001, garantire una presenza capillare di agenti a piedi, reperibili sempre anche tramite cellulare, divisi in 4 aree a rischio della città. Tutto ciò di cui oggi l’Assessore Marino dice che non c’è bisogno”.

Così il Consigliere regionale del Popolo della Libertà, Andrea Leoni.

“E’ chiaro che per dare più sicurezza ai cittadini e prevenire le raffiche di aggressioni e rapine che si registrano in centro storico e in aree dove spopolano gli immigrati clandestini, bastava che Pighi avesse fatto il proprio dovere, onorando i propri impegni e mantenendo le proprie promesse. Purtroppo il Sindaco PD non ha fatto nulla di tutto ciò, ha continuato a richiamare a Modena, con le proprie politiche multiculturali, migliaia di immigrati irregolari, concedendo tutto agli stranieri e discriminando gli italiani. I risultati di questo mix di lassismo e multiculturalismo sono sotto gli occhi di tutti. Aggressioni e rapine a raffica in pieno giorno e in pieno centro, cittadini minacciati sotto casa, e anziani che da casa non escono nemmeno più, assediati da immigrati clandestini con il coltello o, come gli ultime fatti confermano, roncole sempre in tasca”.