Carpi, 4 giorni di teatro con ‘Il dio della carneficina’



Il cartellone 2009-2010 del Teatro Comunale di Carpi propone da domani, giovedì 28 gennaio, nell’ambito del cartellone di Prosa, lo spettacolo ‘Il dio della carneficina’, per la regia di Roberto Andò, scritto dalla drammaturga francese Yasmina Reza. Uno degli appuntamenti più attesi della stagione del teatro carpigiano e che vedrà in scena un cast di eccezione, ovvero Anna Bonaiuto, Alessio Boni, Michela Cescon e Silvio Orlando. Sipario alle ore 21, si replica fino a domenica 31 gennaio. Disponibili ancora posti liberi per tutte e quattro le serate di spettacolo.

Ci sono due coppie moderne, eleganti, civili. Così civili, posate ed intelligenti da decidere di regolare un affare delicato ed imbarazzate (il figlio di Annette ed Alain Reille ha colpito al viso con un bastone di bambù il piccolo Bruno, figlio di Véronique e Michel Houillé, sul palco interpretati dalla Bonaiuto e da Orlando) tra le mura di casa, con uno scambio di vedute tranquillo e pacato. E tuttavia, seppur da subito benevoli e concilianti, i quattro protagonisti prenderanno ben presto tutt’altra strada, mostrando l’orrore di quel quid di violenza repressa e frustrazione distruttiva che si nasconde dietro la facciata pulita e borghese di molti uomini di oggi. In bilico costante tra commedia e tragedia, si snoda una vicenda, ben rappresentata da quattro attori indovinatissimi nei rispettivi ruoli, che metterà tutti contro tutti, catalizzando l’attenzione degli spettatori verso un massacro finale in cui entrambe le coppie saranno vittime e carnefici, vergognosamente ignobili, istericamente subdole. Una dimostrazione efficace di come il senso civile, in questa nostra società così carente dal punto di vista valoriale ed umano, non sia che un miraggio lontanissimo. Reduce dai grandi successi ottenuti a Parigi nella messinscena curata dalla stessa autrice con l’interpretazione di Isabelle Huppert e a Londra con Ralph Fiennes.

Per informazioni: Telefono 059 649263, www.carpidiem.it