Presentazione del volume “L’Ospedale di Vignola – la sanità vignolese dal XV al XX secolo”



Sabato 30 gennaio presso la Rocca di Vignola alle ore 15.30, si terrà la presentazione del volume L’Ospedale di Vignola. La sanità vignolese dal XV al XX secolo, edito dalla Fondazione di Vignola. L’incontro costituirà anche l’occasione per un momento di riflessione sui sistemi sanitari.

Il volume è basato su un serio e puntiglioso lavoro di analisi e sintesi delle fonti documentali appartenenti all’archivio dell’Ospedale, del comune e del territorio da parte dell’autrice, Francesca Zaffe, coadiuvata nello sforzo dal Centro di Documentazione della Fondazione stessa.

È un modo per ripercorrere, insieme alle vicende dell’Ospedale, un lungo tratto della storia sanitaria del nostro paese e un’opportunità culturale di riflessione per gli storici, i medici, i politici, ma anche per i malati, per i quali l’Ospedale è stato creato e continua tutt’ora ad operare.

Poiché svolgere una ricerca storica di questo tipo non significa solo interrogare documenti, ma anche, alla luce di questi, analizzare il presente e proporre le linee guida del futuro, la Fondazione di Vignola ha organizzato, a seguire la presentazione del libro, una tavola rotonda dal titolo Tra pubblico e privato, sanità quale futuro.

Interverranno tre studiosi di fama internazionale, interrogandosi sui rapporti fra i malati e la cura in retrospettiva, ma soprattutto in prospettiva.

La prima relazione Innovazione tecnologica, medicalizzazione della società e sostenibilità dei sistemi sanitari sarà di Gianfranco Domenighetti, Professore alla Facoltà di comunicazione dell’Università della Svizzera Italiana e alla Facoltà di economia dell’Università di Losanna. Già Direttore del Servizio sanitario del Cantone Ticino e Consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)e del Consiglio d`Europa.

Il secondo intervento dal titolo Rendere universale il diritto alla salute in una società priva di sistema sanitario nazionale pubblico: l’esperienza americana sarà di Gino Gumirato, economista esperto di management dei sistemi sanitari, con una lunga esperienza come direttore amministrativo, prima a Viterbo, poi a Piacenza e a Chioggia. Dopo aver avviato, come direttore generale, il risanamento della Asl 8 di Cagliari, nel dicembre 2008 per lui si è aperta una nuova importante avventura con una chiamata nello staff economico del presidente Barack Obama. Gumirato è entrato così a far parte, insieme ad altri esperti internazionali, del gruppo di lavoro per la riforma sanitaria, andando ad affiancare le decine di esperti americani.

Il terzo autorevole intervento, Il diritto alla salute in una società con un sistema sanitario nazionale pubblico: l’esperienza italiana, sarà a cura di Serafino Zucchelli, che nel 2006 ha fatto parte del Governo Prodi in qualità di sottosegretario al Ministero della Sanità. Una figura molto nota nella panoramica sanitaria modenese, essendo stato dal 1987 al 1995 primario dell’Ospedale di Castelfranco Emilia, quindi direttore dell’Unità operativa di medicina d’urgenza e pronto soccorso dell’Ospedale civile di Modena e dal 1999 direttore del dipartimento di emergenza della AUSL di Modena. Da sempre convinto assertore della sanità pubblica.

A tutti gli intervenuti verrà donato il volume.