Cananiello (PD) risponde agli attacchi della destra al bilancio del Comune di Modena



“Profonda delusione e preoccupazione” di fronte ad un’opposizione che “nega l’evidenza dei tagli” alla finanza locale e non sa più cosa dire se non “la solita cantilena delle consulenze, che per la maggior parte dei casi sono dovute a coperture dei tagli del governo, come nel caso dei nidi e degli asili”. Il capogruppo Pd nel consiglio di circoscrizione 4, Corrado Cananiello, risponde così agli attacchi della destra al bilancio del Comune di Modena.

“Un bilancio di grande solidarietà – prosegue Cananiello – verso le persone e le famiglie in difficoltà, che dedica il 52 per cento al welfare, che si preoccupa dei nuovi disoccupati e cassintegrati che non riescono più a pagare i loro mutui o a pagare servizi fondamentali per iloro bambini, che continua a garantire servizi essenziali come assistenzadomiciliare sostegno ai ragazzi con disagio, aiuti concreti alle famiglie”.

Dov’è finito il federalismo fiscale – si chiede il capogruppo democratico della circoscrizione 4 – dove sono i soldi che ogni amministrazione sidoveva tenere a servizio dei cittadini e della amministrazioni virtuose? I soldi che non ci hanno mandato sono finiti tutti a Catania o servono a progettare il ponte?

“Diremo ai cittadini – aggiunge – che quelle poche decine di euro che ci chiedono per animare i nostri quartieri, se dipendesse dalla destra, nonsarebbero nemmeno erogati: niente animazione, niente attività disocializzazione, niente di niente. Si vergogni il responsabile dellavoragine nel bilancio di Catania – conclude Cananiello – non chi, comenoi, investe 150 euro per trasformare le piazze e i quartieri in luoghi d’incontro e socializzazione”.