“Resistere alla paura”, iniziative contro il razzismo per celebrare quattro anni di attività della Scuola di Pace di Reggio



Per festeggiare i quattro anni della Scuola di pace di Reggio Emilia – nata nel gennaio del 2006 per volontà dell’Amministrazione comunale e di numerose associazioni del territorio – venerdì 29 e sabato 30 gennaio si terranno una serie di appuntamenti dedicati alla lotta al razzismo.

Obiettivo della due giorni è affrontare un tema di grande rilevanza nella società odierna analizzando come il contesto sociale locale e nazionale può spingere alla diffidenza verso il diverso ed esaminando le diverse forme di “resistenza” al razzismo e le iniziative in atto a Reggio Emilia e in Italia per combattere le discriminazioni razziali.

Gli appuntamenti prenderanno il via oggi, venerdì 29, nell’aula magna dell’Università di Modena e Reggio (viale Allegri 9), con la premiazione del concorso di vignette antirazziste “Prendi la strada giusta e… disegnala!”. L’incontro, che sarà aperto alle ore 10 dall’assessore comunale all’Educazione Iuna Sassi e da Fulvio Bucci della Scuola di Pace di Reggio Emilia, prevede la proiezione del video “Prendi la strada giusta” e gli interventi di Roberta Cardarello, preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Modena e Reggio Emilia e dei membri della giuria del concorso. A seguire, sarà inaugurata una mostra delle vignette realizzate per il concorso.

L’evento è organizzato a cura del Consiglio dei Ragazzi e delle Ragazze del Comune di Reggio Emilia.

A partire dalle ore 19, in via Turri 49, il Centro d’incontro Reggio est propone una serata dedicata alla riflessione sulla situazione degli immigrati in Italia. Dopo Afry-happy hour (alle ore 19) e l’intervento dell’assessore comunale alla Coesione e alla sicurezza sociale Franco Corradini, andrà in scena il racconto teatrale “Il parco della giustizia” (ore 20.30).

A seguire, proiezione del documentario “Pummarò”, di Michele Placido (ore 21) e dibattito sulla situazione degli immigrati in Italia.

Gli appuntamenti di sabato 30 si apriranno alle ore 9.30, al cinema Alcorso (corso Garibaldi 14), con la proiezione di filmati sul tema “Le lotte nonviolente contro il razzismo del ‘900”.

Alle 15, al Teatro Valli, in piazza della Vittoria, il Rotary International promuove il forum sulla pace “Conference on peace for the future world”.

Alle 17.30, a villa Cougnet (via Adua 57), si terrà il seminario di approfondimento “Resistere alla paura”, che propone le esperienze di associazioni di Reggio Emilia, Brescia e Verona. Dopo i saluti dell’assessore alla Cultura e Università del Comune di Reggio Emilia Giovanni Catellani e l’introduzione di Pasquale Pugliese della Scuola di pace, intervengono Mao Valpiana (Cartello “Nella mia città nessuno è straniero”, Verona), Adriano Moratto (Campagna “Siamo tutti sulla stessa barca”, Brescia), Aziz Sadid (Associazione GA3 e Rete toghetER, Emilia Romagna), Emiliano Codeluppi (Comitato NOpacchettosicurezza, Reggio Emilia) e Samir Manai (Centro d’Incontro Reggio Est, Reggio Emilia). Modera il confronto Matteo Gandini della Scuola di Pace di Reggio Emilia.

Gli interventi saranno introdotti e intervallati da brevi letture sul tema a cura di Fabiana Bruschi e Caterina Lusuardi.