Difensore civico: per Formigine e Prignano si utilizzerà quello provinciale



I Comuni di Formigine e Prignano che non dispongono del difensore civico comunale utilizzeranno quello della Provincia di Modena. Le due convenzioni sono state approvata all’unanimità dal Consiglio provinciale e non prevedono oneri aggiuntivi per gli enti locali.

Al difensore civico provinciale Giuseppe Ferorelli, quindi, potranno rivolgersi i cittadini dei due comuni per verificare regolarità, correttezza e tempestività dei procedimenti amministrativi anche di interesse comunale. Il difensore civico, infatti, ha il compito di garantire l’imparzialità e il buon andamento della pubblica amministrazione, come ha ricordato il presidente del Consiglio Demos Malavasi presentando le due convenzioni che la durata di quattro anni per Formigine e di tre anni per Prignano.

Il difensore provinciale svolge già questo ruolo per i Comuni di Novi, Frassinoro e Montefiorino e la Comunità montana del Frignano, con relativi Comuni associati. E’ previsto nei prossimi giorni anche il rinnovo della convenzione con il Comune di Modena.

Nei mesi scorsi il presidente della Provincia Emilio Sabattini aveva invitato i Comuni che ancora non disponevano del servizio a utilizzare gratuitamente il difensore civico provinciale. L’invito era stato rilanciato anche dalla commissione consiliare Controllo e garanzia presieduta da Matteo Malaguti.

Il difensore civico riceve al martedì e al giovedì, dalle 10 alle 12,30, nella sede della Provincia di viale Martiri della Libertà 34 a Modena. Per informazioni e appuntamenti: tel. 059 209260 – e-mail).