Modena: indagine conoscitiva di docenti ed esperti dell’Università sui processi di lettura



L’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia promuove un’indagine conoscitiva per stimare la presenza di disturbi di lettura e di elaborazione dell’informazione uditiva nella popolazione studentesca e poter migliorare le metodologie di supporto all’apprendimento in contesto universitario.

Lo scopo del questionario on-line anonimo che gli studenti riceveranno e che sono invitati a compilare entro il 28 febbraio 2010, è di raccogliere informazioni sulla presenza di deficit nei processi sottostanti la lettura e l’elaborazione di informazioni uditive nella popolazione universitaria.

A tutt’oggi il reale impatto di forme compensate o meno di dislessia fra gli studenti universitari è scarsamente quantificato. Ancor meno noti sono i legami fra disturbi di apprendimento e deficit di tipo uditivo. Attraverso le risposte degli studenti al questionario, questa indagine intende stimare la presenza di disturbi di lettura e comprensione nella popolazione universitaria dell’ateneo e i legami coi disturbi di tipo uditivo.

Il questionario è promosso ed elaborato da un pool di professori ed esperti dell’Ateneo modenese e reggiano: Cristina Cacciari del Dipartimento di Scienze Biomediche, Elisabetta Genovese del Dipartimento di Neuroscienze Testa-Collo, Giacomo Stella del Dipartimento Scienze Sociali, Cognitive e Quantitative, Giacomo Guaraldi Referente Accoglienza degli studenti disabili universitari ed Enrico Ghidoni dell’Unità Operativa di Neurologia- Arcispedale S. Maria Nuova di Reggio Emilia.

Per chiarimenti scrivere un e-mail. Per maggiori informazioni consultare anche il sito: Saf-Università Modena-Reggio.