Bologna, carte di credito clonate: sgominata banda del Bangladesh



Quattro arresti e undici perquisizioni, a Roma, Milano, Bergamo, Bologna e Ravenna, al termine di un’indagine delle fiamme gialle (nucleo speciale di polizia valutaria) che ha permesso di sgominare un’organizzazione criminale internazionale, composta per lo più da cittadini del Bangladesh, dedita all’utilizzo di carte di credito clonate per il pagamento, mediante la procedura on line, di utenze domestiche (bollette Enel, Telecom) e di biglietti aerei.

Nell’ambito delle indagini sono stati esaminati oltre 3000 pagamenti e monitorate le posizioni di centinaia di persone che, a vario titolo, hanno avuto contatti con i responsabili della truffa. Parte delle somme illecitamente percepite sono state inviate in Pakistan. Le indagini, tuttora in corso, hanno consentito di segnalare all’autorità giudiziaria capitolina complessivamente otto persone, quasi tutte originarie del Bangladesh, per reati quali l’associazione a delinquere finalizzata al furto d’identità e alla clonazione di carte di credito.