Sciopero nazionale domani per il gruppo Fiat: presidi nel modenese



Sciopero nazionale di 4 ore domani mercoledì 3 febbraio di tutti i lavoratori e le lavoratrici del Gruppo Fiat indetto dai sindacati Fim-Fiom-Uilm e Fismic per protestare contro il piano industriale, il cosiddetto “Piano Italia” presentato il 22 dicembre scorso.

A Modena e provincia sono previsti presidi davanti ai cancelli dei principali stabilimenti del Gruppo: alla Ferrari Auto di Maranello (via Abetone) dalle ore 5, agli stabilimenti modenesi di Ferrari Scaglietti (via Emilia Est) dalle ore 7, Maserati Auto (via C.Menotti) dalle ore 7 e stabilimento CNH (via Pico della Mirandola) dalle ore 5 del mattino. Tutti i presidi si concluderanno intorno alle ore 9.30. Successivamente delegazioni di sindacati e lavoratori saranno ricevute in Prefettura e in Provincia.

Nell’incontro con le autorità cittadine saranno ribadite le ragioni dello sciopero contro il Piano industriale che prevede, tra gli altri, anche la chiusura di Termini Imerese, e per chiedere certezze sul ruolo futuro e la presenza su tutto il territorio nazionale della Fiat, e quindi anche per i 5.000 addetti degli stabilimenti modenesi del Gruppo.

Fim, Fiom, Uilm e Fismic giudicano grave e inaccettabile che da un lato si proceda a ridistribuire dividenti agli azionisti Fiat e contemporaneamente si attivino le procedure di cassa integrazione per 30.000 lavoratori, oppure che si dichiari di avere molte liquidità in cassa e si continui però a ridurre il salario dei lavoratori non riconoscendo neanche in modo integrale le tredicesime del 2009.

A tutto ciò ci aggiunge il giudizio negativo sul piano industriale in cui si evince che la strategia che Fiat pensa di utilizzare per uscire dalla crisi è quella di chiudere alcuni stabilimenti ed effettuare licenziamenti di massa.

Fiat non può pensare – dichiarano Fim, Fiom, Uilm e Fismic -,dopo tutti gli aiuti pubblici ricevuti, di venire a meno al ruolo sociale nei confronti dei propri dipendenti, chiudendo stabilimenti in Italia e investendo in quelli all’estero.

(Fim/Cisl Fiom/Cgil Uilm/Uil Fismic Modena)