Modena: “Melodie di suoni e nostalgie” al Salotto Aggazzotti



Ricordo, nostalgia e attesa. Sono queste le parole chiave di “Melodie di suoni e nostalgie, nel tempo del ricordo e dell’attesa”, evento organizzato dall’Associazione di scrittori modenesi I Semi Neri per oggi –  domenica 7 febbraio – a partire dalle ore 17, presso il Salotto Culturale di Simonetta Aggazzotti (via Martiri della Libertà n. 38).

Il pomeriggio, condotto dalla poetessa e scrittrice Daniela Ori, prevede una lettura di brani scritti dai membri dell’Associazione culturale, interpretati dagli attori Leonardo Martinelli, Greta Sala e da Roberta De Piccoli, intervallati dalla voce della cantante Sabrina Gasparini, accompagnata, al pianoforte, dal maestro Lucio Bruni.

“I temi di questo pomeriggio – spiega Daniela Ori, membro dell’Associazione e ideatrice del progetto – attraversano la dimensione TEMPO in maniera differente. La nostalgia è un tempo che si desidera, che ci manca. Il ricordo è un tempo che è passato mentre l’attesa è un tempo che è speranza. Queste dimensioni diventano emozioni se calate nella magia di un racconto, o nella sintesi di una lirica, o di una canzone”…..

I brani che verranno interpretati sono: “Tace la polvere”, di Massimo Vaccaro, “La partenza” di Manuela Fiorini, “Gelo d’estate” di Gabriele Sorrentino, “Fiore di donna” di Massimiliano Rossi, “La danza di ghiaccio” di Daniela Ori, “Gli atti del re” di Roberto Vaccari, ”A Cinderella’s song” di Roberta De Piccoli, interpretata dalla stessa autrice, “La bistecca di Giannino” di Marco Panini e “Donna” di Monica Zironi.

L’ingresso costa 5 euro e, al termine dell’evento, sarà offerto un piccolo buffet, come è consuetudine nei pomeriggi culturali al Salotto Aggazzotti..

L’Associazione culturale I Semi Neri vuole promuovere la cultura dello scrivere attraverso pubblicazioni ed eventi di lettura. Il nome richiama il famoso indovinello veronese del VIII-IX secolo: “Se pareba boves, alba pratàlia aràba et albo versòrio teneba, et negro sèmen seminaba” che si riferisce proprio alla descrizione dell’atto di scrivere da parte dell’amanuense.