Modena: master catalogazione informatica per la valorizzazione dei beni culturali



L’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia per il terzo anno consecutivo propone un Master di I livello in “Catalogazione Informatica per la Valorizzazione dei Beni Culturali”, unico corso post laurea in Italia che offre un’indispensabile base conoscitiva per poter conservare, tutelare e valorizzare i beni culturali del nostro Paese e un utile strumento formativo/informativo a disposizione delle istituzioni culturali.

Il Master che formerà, dunque, presso l’Ateneo modenese reggiano gli esperti nazionali che realizzeranno la catalogazione informatica dei tesori italiani, ha durata annuale per un impegno formativo di 1.500 ore, 260 delle quali per lezioni frontali, 170 di laboratorio, 300 ore di stage, 645 di studio e 125 ore per l’elaborazione del della prova finale. Si rivolge a tutti i laureati di vecchio o nuovo ordinamento.

Il master – afferma la prof.ssa Elena Corradini Direttore del corso- è finalizzato a una gestione integrata delle conoscenze relative al patrimonio culturale italiano, associando in un’unica banca dati nazionale informatizzata i dati di catalogazione alla cartografia digitale e alle informazioni relative allo stato di conservazione del patrimonio culturale per leggere in un quadro d’insieme le relazioni che intercorrono tra le diverse tipologie di beni, per effettuare un monitoraggio sul loro stato di conservazione, per evidenziare i rapporti con gli elementi ambientali ed antropici dei diversi territori, per attività finalizzate alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Il corso, la cui quota di iscrizione è di 3.000 euro e prevede l’ammissione di un numero massimo di 50 studenti, è articolato in attività differenziate per sviluppare conoscenze, competenze e abilità nel campo della catalogazione dei beni culturali, beni architettonici, storico-artistici, archeologici, numismatici, demoetnoantropologici, scientifici e tecnologici, fotografici, nonché ai beni naturalistici con specifica attenzione alla botanica, mineralogia, petrologia, paleontologia e zoologia le cui schede sono state di recente elaborate dall’Istituto centrale per il Catalogo.

La preparazione che si raggiungerà consentirà di formare esperti in attività di catalogazione/documentazione informatica del patrimonio culturale dotati di competenze differenziate per le diverse tipologie dei beni e in grado di operare all’interno di istituzioni pubbliche, in particolare Soprintendenze, Musei, oltre che in Fondazioni, associazioni, centri culturali e istituzioni private.

Le domande di ammissione, scaricabili dal sito dell’Università, accedendo dalla finestra della homepage “Master”, vanno presentate entro le ore 13.30 di giovedì 18 febbraio 2010.

La domanda dovrà essere firmata dal candidato e fatta pervenire, unitamente alla ricevuta del versamento ed alla fotocopia di un documento di identità in corso di validità, nonché agli eventuali titoli e documenti, a pena di esclusione, all’Ufficio Esami di Stato, Dottorati e Master (Via Università n. 4, 41121 – Modena) tramite consegna diretta nei giorni ed orari di apertura al pubblico (lunedì e mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 – martedì, giovedì e venerdì dalle ore 11.00 alle ore 13.30) o tramite lettera raccomandata a.r. o tramite corriere postale.

Non ha rilevanza la data di spedizione del plico ma quella di ricezione da parte dell’Amministrazione Universitaria. Non è ammessa la presentazione della domanda e dei relativi allegati via e-mail o via Fax.

Per informazioni di carattere amministrativo contattare l’Ufficio Post Laurea/Esami di Stato tel. 059 2056423 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 11.00, mentre per quelle di carattere scientifico o didattico contattare la dott. ssa Silvia Rossi, e-mail.