Biotestamento: il Comune di Pavullo apre il registro



Sarà aperto dal 15 febbraio nel Comune di Pavullo, sull’Appennino modenese, il registro dei testamenti biologici. L’Amministrazione comunale pavullese ha illustrato il progetto in municipio a Modena, a un anno dalla morte di Eluana Englaro. Ospite dell’incontro è stata Mina Welby.

Pavullo si propone come uno dei primi Comuni italiani a istituire un registro per i cittadini che vogliano stabilire i limiti delle cure cui essere sottoposti in caso di malattie terminali o traumi invalidanti.