Castelvetro: “Profughi nel silenzio: Gli esuli giuliano – dalmati a Modena e a Carpi”, mostra documentaria



Il comune di Castelvetro di Modena, in occasione del 10 febbario – Giorno del Ricordo, è organizzatore di una mostra documentaria dal titolo “Profughi nel silenzio: Gli esuli giuliano – dalmati a Modena e a Carpi”, con presentazione ufficiale nella giornata di sabato 20 febbraio. La cerimonia di apertura avrà inizio presso il Monumento ai Caduti alla presenza del sindaco Giorgio Montanari, del consiglio comunale dei ragazzi, del ten. col. Nino Manfredini e delle associazioni componenti il comitato per le celebrazioni di Castelvetro.

La Mostra, che dall’ 8 al 19 febbraio è in esposizione presso la Scuola “Anna Frank”, sarà visitabile dal 20 febbraio al 6 marzo presso il Municipio nelle ore di apertura al pubblico degli uffici comunali e verrà illustrata dallo storico Claudio Silingardi dell’istituto storico di Modena.

“Un recente sondaggio dell’associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia – spiega l’assessore alla cultura Domenico Barani – mette in evidenza come, nonostante l’istituzione del Giorno del Ricordo ad opera del Parlamento Italiano, ci sia una scarsa conoscenza di che cosa siano le foibe. Si ignora, inoltre, quale tragedia sia legata ad esse, mentre solo il 15% degli intervistati è a conoscenza dell’esodo istriano – giuliano – dalmata”.

“Il comune di Castelvetro di Modena – prosegue Barani -, nell’ambito delle celebrazioni del Giorno del Ricordo, propone una mostra, realizzata dall’istituto storico di Modena, su quel fenomeno di migrazione forzata che si verificò a partire dal termine della seconda guerra mondiale e che vide coinvolta la maggioranza dei cittadini di lingua italiana, in seguito all’occupazione di alcune zone del Friuli Venezia Giulia e di Istria e Dalmazia da parte della Jugoslavia di Tito”.

“Ci sembra doveroso, dunque,- conclude l’assessore – far conoscere questi avvenimenti specialmente ai ragazzi della Scuola Anna Frank di Castelvetro, che avranno a disposizione la mostra per due settimane a partire dall’ 8 febbraiofino al 20, quando la mostra sarà trasferita presso la sala di rappresentanza della sede municipale”.

Il Giorno del Ricordo in Italia si celebra il 10 febbraio, in memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Istituito con la legge n. 92 del 30 marzo 2004, concede anche un riconoscimento ai congiunti degli infoibati. Info: Segreteria Generale – tel. 059/758808 – mail.