Provincia Bologna: la Giunta propone di rateizzare in 20 anni il debito di 15 milioni di euro verso lo Stato



La legge finanziaria 2010 (articolo 2 comma 231 della legge 191/2009) ha previsto la possibilità per gli Enti locali di rateizzare le somme dovute allo Stato al 31 dicembre 2009 in 20 annualità con la maggiorazione degli interessi al tasso legale. La Provincia di Bologna è debitrice di 15.300.871,38 euro il cui rimborso sarebbe previsto in 3 rate di 5 milioni per gli anni 2010, 2011 e 2012.

La Giunta Provinciale – come illustrato questa mattina in II Commissione dall’Assessore al Bilancio Maria Bernardetta Chiusoli – ha proposto al Consiglio di avvalersi di questa facoltà che comporterà:

a) la disponibilità di ulteriori risorse per 4 milioni di euro a valere sugli anni 2010, 2011 e 2012

b) l’onere degli interessi legali per 20 anni pari a 1,4 milioni.

Questa rateizzazione del debito consentirà alla Provincia di far fronte da un lato alle difficoltà del bilancio triennale, dovute principalmente all’andamento negativo delle entrate per effetto della situazione economica, dall’altro agli interventi di urgenza per le nevicate invernali e ai rischi legati ai contenziosi in essere, assicurando così l’attuazione dei programmi e dell’attività dell’Ente. Le restanti risorse (circa 1 milione di euro) andranno infine ad alimentare il Fondo di riserva.

La Commissione consiliare ha approvato con i voti della maggioranza e l’astensione della minoranza la proposta della Giunta provinciale, che verrà deliberata nel Consiglio della prossima settimana.