Sassuolo: resoconto Consiglio comunale martedì 9 febbraio



Si è tenuta ieri sera, martedì 9 Febbraio 2010, nella sala consiliare di via Pretorio, la seduta del Consiglio Comunale di Sassuolo, che ha ripreso la propria attività dopo l’ultima assemblea svoltasi lo scorso mese di Gennaio.

Nel programma della seduta, all’inizio svolta l’interpellanza presentata dalla consigliera e capogruppo consiliare Franca Cerverizzo della lista Sassuolo per Pattuzzi in merito alla Pubblicizzazione delle sedute del Consiglio Comunale e dell’eventuale possibilità di videoregistrazione delle stesse.

La consigliera ha pertanto chiesto al Sindaco se intendesse dare attuazione a progetti tesi ad una maggiore pubblicizzazione e quindi partecipazione dei cittadini alla vita politico – amministrativo attraverso una maggiore conoscenza dei dibattiti consiliari e a tal fine se intendesse autorizzare la possibilità di video registrare le sedute pubbliche del Consiglio Comunale, come accade in altri Comuni della Provincia..

Anche al fine di dare la massima trasparenza alle sedute e allo svolgimento dei dibattiti consiliari stessi. La Cerverizzo si è dichiarata convinta che non sussistano problemi di natura economica, citando come spesa a suo giudizio eccessiva quella dell’arco installato in via Rocca per la pubblicizzazione della mostra in Palazzo ducale, dal costo di 27.000 euro.

Ha così risposto all’interrogante, il Sindaco Luca Caselli che, ringraziando la consigliera, per l’occasione offerta con questa interrogazione, di illustrare ufficialmente al Consiglio quanto la Giunta intenda mettere in atto per operare affinché si possa giungere a supportare tecnicamente un ‘attività così rilevante per la comunicazione pubblica..

Il primo cittadino ha brevemente ricordato come questo tipo di interventi richiedano, per essere attuati concretamente e nel massimo rispetto delle normative di legge sulla Comunicazione e di quelle regolanti la Privacy, che sempre intersecano, le varie articolazioni e materie su cui, di volta in volta, il consiglio è chiamato ad intervenire.

Caselli ha concluso, impegnandosi a portare in Consiglio entro la prossima primavera un progetto/studio di intervento per dare attuazione da un progetto complessivo e anche più ampio ed articolato, che preveda non solo la videoregistrazione delle sedute del Consiglio comunale, alla loro diffusione in rete su Internet, attraverso lo streaming dal sito e con maggiori connessioni anche verso forme di comunicazione (quelle dei social network presenti su Internet) sempre più moderne, efficaci e diffuse..

La Cerverizzo, sottolineando come, avendo potuto verificare di persona la fattibilità di tali interventi, sia dal punto di tecnologico che da quello della garanzia sulla privacy.

E non capendo questo ritardo, si è dichiarata non soddisfatta della risposta ricevuta dal primo cittadino.

*

Il Consiglio Comunale ha poi preso atto della surrogazione del consigliere e capogruppo del PD, Graziano Pattuzzi a cui è subentrata nel ruolo di Capogruppo della stessa formazione politica, la consigliera Susanna Bonettini.

Mentre, al posto del consigliere dimissionario, è entrato nel Civico Consesso cittadino, dopo tutte le verifiche giuridiche e normative previste, relativamente ai risultati elettorali delle ultime elezioni comunali, svoltesi lo scorso Giugno 2009, il Dott. Sergio Basile, primo dei non eletti della lista Italia dei Valori.

Il rappresentante politico è infatti nella lista che, nel calcolo dei resti di voto assegnati, ha ottenuto il maggior quoziente previsto nei conteggi.

E di questa lista il primo dei candidati non eletti è appunto risultato il dott. Sergio Basile, noto e stimato medico operante da molti anni nella nostra città.

Il dott. Basile, nuovo consigliere dell’Italia dei Valori, su invito della Presidenza dell’Assemblea, ha fatto il proprio ingresso in aula consiliare, con gli auguri rivoltigli da diversi capigruppo consiliari, dal Presidente del Consiglio Francesco Rubino, dal Sindaco Luca Caselli che, a nome di tutta la Giunta municipale, lo ha cordialmente salutato e per un proficuo lavoro che ora lo attende dai banchi del Consiglio, in qualità di capogruppo dell’IDV.

Lo stesso Sergio Basile ha brevemente salutato tutta l’assemblea consiliare, assicurando il suo massimo impegno nel nuovo ruolo che si appresta ad assumere, garantendo il proprio impegno nel massimo rispetto del ruolo e della funzione assegnatogli da i cittadini.

*

Il punto successivo riguardava invece il trasferimento delle competenze di concessione delle provvidenze economiche in materia di invalidi civili e sordomuti. Approvazione della convenzione tra il comune di Modena e gli altri Comuni della Provincia per la gestione dell’attività.

Ha illustrato il punto l’Assessore alle attività e alle Politiche Sociali Giorgio Barbieri che ha succintamente ricordato al cronistoria delle fasi che, a fronte del mancato accordo nella sede Conferenza Stato – Regioni del rinnovo delle convenzioni tra ogni Regione italiana e l’INPS.

In sintesi il Comune di Modena – ha ricordato l’Assessore Barbieri – si fa capofila verso gli altri Comuni della Provincia della gestione, tramite convenzione annuale, comune dell’attività istruttoria necessaria all’emanazione delle provvidenze economiche.

Tali attività sono legate alla verifica e successiva emanazione, terminata la fase istruttoria, delle provvidenze economiche alle persone sordomute, invalide civili, etc..

Sia la consigliera Roberta Costi (PDL) che Susanna Bonettini (PD) hanno convenuto sull’utilità di un provvedimento che razionalizza in questo modo i necessari adempimenti che, per legge, vengono ora rese più funzionale e a favore di chi si trova in condizioni di bisogno di un supporto economico.

Questo infine l’esito della votazione della delibera: Favorevoli: PD, Lista civica per Pattuzzi, IDV, Pdl, Lega Nord,Lista civica per Sassuolo, Sindaco. Astenuti: nessuno. Contrari: nessuno. Approvata all’Unanimità.

*

Successivamente sono stati presi in esame due diversi ordini del Giorno:

Il primo, e da altri Consiglieri del gruppo PD, era in merito al Circolo Fassbinder.

Nell’O.d.g., presentato dal consigliere Antonio Caselli, a nome del gruppo PD, ha presentato una proposta volta a ridefinire la situazione creatasi in seguito allo sgombero del Fassbinder stesso .

Secondo Caselli, che ha ricordato come risulti essere tuttora valida la convenzione del circolo steso del 1987 e non disdetta dall’Amministrazione Comunale e come sia presente, seppur informalmente, dal 2005 , lo statuto delle attività del circolo presso l’Amminsitrazione, dato che il motivo fondamentale dello sgombero era un’irregolarità , quindi amministrativa, da parte del Circolo, con la mancata iscrizione al registro provinciale delle Associazioni.

Un’amministrazione che interviene “ a colpi di carta bollata per escludere anziché includere ha detto Caselli, esclude i diversi a vario titolo (sociale, politico, culturale)

Ma deve porsi il problema di quando questi “diversi” o esclusi, -oggi lontani – si faranno sempre più vicini e numerosi proprio a chi oggi invece li discrimina..

Antonio Caselli ha quindi chiesto alla Giunta di presentare un piano affinché, entro tempi ragionevoli, possa essere data risposta ai ragazzi del Circolo in questione, trovando loro un’altra sede.

Sono intervenuti in merito al tema i seguenti Consiglieri – di cui riportiamo per esigenze giornalistiche una breve sintesi, comprensiva della dichiarazione di voto,- di ognuno:

Prima della discussione è stato proiettato un breve filmato delle operazioni di sgombero, realizzato durante la giornata, dalla Polizia municipale.

Gianfrancesco Menani, sottolineando la correttezza dell’intervento eseguito

Non a caso abbiamo voluto invitare oggi i consiglieri ad un sopralluogo sul sito fisico in cui è stato effettuato lo sgombero lo scorso gennaio ed un video delle stesse operazioni, ala fine di garantire la massima trasparenza in merito all’episodio in questione.

Franca Cerverizzo, capogruppo Lista per Pattuzzi, si è detta invece non convinta sia delle motivazioni espresse dall’Amministrazione sia dalle immagini viste che , a suo giudizio, non hanno rivelato particolari elementi di degrado fisico o strutturale e comunque non risulltavano non sufficientemente chiare e esplicative..

Massimo Benedetti, PDL ha ricordato altresì come da anni i residenti della via e della zona dove era ubicato il Circolo, avessero presentato proteste ed esposti, segnalazioni alle varie amministrazioni competenti e agli uffici per i problemi legati ai rumori, agli schiamazzi, al degrado lasciato nella via dopo i raduni (bottiglie vuote, alatine, etc..) o i concerti. E nessuno mai fosse intervenuto a tutela dei residenti.

Si è semplicemente ripristinato il necessario rispetto delle regole, ha ribadito lo stesso Benedetti.

Antonio Biagio Santomauro, sottolineando anche l’incongruenza dei tempi dell’odg presentato dal gruppo Pd, ha ribadito il voto contrario suo e del gruppo.

Ugo Liberi, Capogruppo PDL da parte sua,ha posto l’indice sulle contraddizioni delle esposizioni di molti esponenti del Pd e dei contenuti dell’odg presentato da caselli.

Come è possibile fare affermazioni di carattere prettamente ossimorico (cioè tra loro in contraddizione palese) di “occupazione incongrua” o “occupazione irregolare”. Sono considerazioni inaccettabili. Vale il rispetto – per tutti – delle regole

Cogliendo inoltre l’occasione per stigmatizzare chi, approffitando in questa sede di un ruolo politico esercitato nella sede consiliare, si dimentica invece che a pochi chilometri di distanza, esercita il ruolo di tutore dell’ordine e, appunto, del rispetto di regole certe e da tutti condivise..

Un novello dottor jekill e mister Hide, ha sottolineato lo stesso Liberi, nella confusione dei piani dell’esercizio del pensiero politico e della prassi.

Claudio Corrado, consigliere Pdl ha voluto riportare nel giusto alveo una discussione comunque proficua svolta in Consiglio ma che va anche ricondotta nell’ambito di una certa normalità..dialettica senza enfasi eccessiva su un singolo episodio di questa natura.

Ai ragazzi del Fassbinder, ha concluso Corrado, voglio ricordare di far tesoro di questa vicenda per rafforzarsi, nella ricerca creativa di altre soluzioni espressive e culturali riferibili ai loro concetti ideali..

All’Amministrazione il plauso per un intervento doveroso, che ha chiuso e sanato i conti di una situazione di irregolarità che si trascinava da oltre 20 anni.

Anna Maria Anselmi, capogruppo lista Per Sassuolo ha dichiarato la propria incredulità “rispetto a quei genitori che, a suo giudizio, dopo aver visto lo stato dei locali occupato dal circolo, potessero permettere ai propri di figli di frequentare un luogo indubbiamente pericoloso e indubbiamente degradato.

Stefano Bargi, capogruppo Lega Nord, ha ribadito la sua approvazione totale per l’operato ella Giunta. La Giunta., ha detto che è stato ripristinato il concetto fondamentale per una comunità e per la cittadinanza del rispetto delle regole da parte di tutti.

Ricordando poi – come testimoniato anche dal sopralluogo e dal filmato trasmesso, della pericolosità e del degrado strutturale del fabbricato occupato, in modo incongruo, dal gruppo citato.

Susanna Bonettini, capogruppo PD, non si è invece detta convinta, nel merito, delle motivazioni che hanno indotto la Giunta da agire per lo sgombero.

La Bonettini, criticando aspramente anche la documentazione filmata presentata, male montata, male girata, e con il palese e strumentale intento di far credere che nella struttura esistesse solo degrado, mentre dal filmato appaiono anche belle pitture murarie, ha posto l’indice su un’azione complessivamente sbagliata.

E che, sulla base speciosa di far leva su regole e cavilli amminsitrativi, va ad incidere negativamente sul mondo giovanile. Un mondo delicato, sfaccettato e complesso che ha bisogno di dialogo e confronto, anziché di azioni di forza e sgombero come quello messo in atto.

Sergio Basile, IDV ha voluto sottolineare come,a suo giudizio, il problema, più ampio, riguardi gli spazi giovanili, sempre troppo pochi e in generale carenti, per la possibilità da parte dei giovani di ritrovarsi ed esprimersi liberamente

Giuseppe Megale, PD si è detto indignato invece della scelta e del modo operato dalla Giunta che si fa forte di un unico criterio , quello della “selezione”, per eliminare o emarginare chi non è allineato su una precisa linea politica…

Luca Caselli, Sindaco ha soprattutto posto l’accento sulla necessità del rispetto da parte di tutti di regole certe e condivise. Caselli ha ricordato di avere incontrato ufficialmente due volte i ragazzi del Fassbinder, di aver proposto loro soluzioni che, attraverso l’iscrizione al registro provinciale delle associazioni, la nomina di rappresentanti legali, la formulazione e presentazione di uno Statuto vero per le proprie attività (tutte normative previste dalle apposite leggi) si sarebbe potuto prospettare un percorso diverso.. ma non abbiamo mai ricevuto alcun tipo di risposta…”

Non solo, ha ricordato Caselli, ma anche a nostra richiesta di un sopralluogo – a cui era stato demandato l’Assessore competente Francesco Menani – i ragazzi avessero opposto un netto rifiuto all’ingresso in una struttura che, fino a prova contraria, era ed è di proprietà comunale…”

Noi dobbiamo agire per il rispetto delle regole. Regole certe e condivise che devono valere per tutti. Senza deroghe. Non si può invece, come ho ascoltato questa sera, chiedere e difendere tutto e affermare il contrario di tutto”.

Se queste regole vengono meno, ha ribadito il Sindaco, vengono meno per tutta la comunità, per i ragazzi in primo luogo.

E per l’Amministrazione Comunale stessa, su cui ricade l’onere e la responsabilità finale, giuridica e personale oltre che morale, di quanto avviene, ad esempio, in una sede di pubblica proprietà..

“Io mi chiedo – ha concluso il Sindaco – se mai fosse accaduto qualcosa di grave o un incidente durante le esibizioni musicali organizzate in locali dove nulla era a norma, dove erano presenti stufe o sistemi di riscaldamento del tutto incongrui, chi e cosa sarebbe stato detto contro l’Amministrazione Comunale, titolare di questa responsabilità ?”

Questo infine l’esito della votazione della proposta di ODG: Favorevoli: PD

Astenuti: IDV, Lista Per Pattuzzi. Contrari: Pdl, Sindaco,Lega Nord, Lista Civica per Sassuolo. La proposta dell’ODG è stata, pertanto, respinta.

*

L’ultimo punto, (secondo ODG) era invece relativo al terremoto che ha colpito nelle settimane scorse Haiti e all’emergenza umanitaria in atto.

Collegato a questa tema, ricordiamo che, ad inizio seduta, il Presidente dell’Assemblea, Francesco Rubino, aveva esposto – tramite specifica comunicazione – come fossero stati posti già disposizione delle attività a favore di Haiti, il gettone di presenza richiesto e votato nel Consiglio scorso.

A questi fondi vanno aggiunti 5000 euro destinati ad Haiti, già finanziati da un atto della Giunta.

L’odg è stato presentato dalla consigliera Cerverizzo – (Lista con Pattuzzi) che ha brevemente ricordato le spaventose cifre derivanti dal terremoto haitiano e la necessità, oltre al rafforzamento di ogni possibile sostegno anche economico alla macchina degli aiuti, per implementare in questo modo gli aiuti per Haiti.

Chiedendo di approvare un Ordine del giorno in cui il Consiglio Comunale di Sassuolo dà mandato alla Giunta di porre in essere una convenzione con organismi internazionali per l’adozione a distanza di 30 bambini orfani haitiani, per permettere di far crescere gli stessi bambini, privi di ogni prospettiva per la loro vita futura, di rimanere nel loro ambiente, usufruendo del necessario supporto economico.

Il finanziamento di tale operazione può essere finanziato attraverso il prelievo di tre gettoni di presenza da parte dei Consiglieri Comunali, da devolvere a tale scopo.

Sono intervenuti in merito alla proposta:

Susanna Bonettini, capogruppo PD che, sottolineando come la delicatezza e la unicità di taluni aspetti legati alle questioni delle adozioni internazionali che vanno seguite con appositi atti e verificati nel corso del tempo, richiedano quindi un altro tipo di intervento amministrativo, ha annunciato il voto contrario alla proposta presentata.

Stefano Bargi, capogruppo Lega Nord ha invitato la consigliera Cerverizzo a non pensare

Alla Lega Nord, ha ribadito il suo appoggio agli interventi già posti in essere dai consiglieri e della Giunta, esprimendo parere negativo alla proposta.

Ugo Liberi, capogruppo PDL ha invece dichiarato la propria contrarietà ad un intervento non congruo da un punto di vista istituzionale, ribadendo come sia la Giunta che i Consiglieri avessero già assunto decisioni a favore degli interventi a favore degli aiuti per la popolazione haitiana. Mentre non servono gare politiche che assumono connotati demagogici. Ha annunciato quindi il voto contrario.

Annamaria Anselmi, capogruppo Lista civica per Sassuolo ha dichiarato al propria contrarietà ad una proposta volta a “fare del cinema” da parte di chi l’ha proposta. Ognuno di noi può aiutare ulteriormente le popolazioni colpite da questa immane tragedia, senza sbandierarlo tuttavia troppo.

Claudio Corrado, PDL, ha “con tutto il rispetto possibile per la proposta presentata dalla consigliera, con intenti nobilissimi, ha rilevato molta confusione tra gli intenti della proposta e le connessioni con altre situazioni presentate legate alla nostra città. Tutti possiamo intervenire personalmente, sulla base delle nostre possibilità e secondo le proprie coscienze.

Questo infine l’esito della votazione della proposta di ODG presentata: Favorevoli: Lista civica per Pattuzzi. Astenuti: IDV. Contrari: Pdl, Sindaco,Lega Nord, Lista Civica per Sassuolo,PD. La proposta dell’ODG è stata, pertanto, respinta.

I lavori dell’Assemblea cittadina si sono quindi conclusi con quest’ultimo punto e riprenderanno nella prossima seduta prevista presumibilmente entro la fine dell’attuale mese di Febbraio.

(resoconto a cura dell’Ufficio Stampa del Comune di Sassuolo)