Accordo Apofruit: lavoratori San Martino approvato ipotesi d’intesa



I lavoratori Apofruit di San Martino Spino hanno approvato a larga maggioranza l‘ipotesi di accordo sulla riorganizzazione industriale del gruppo in Emilia-Romagna raggiunto lunedì scorso 8 febbraio dal coordinamento regionale di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil. I dipendenti hanno chiesto alle organizzazioni sindacali di attivare al più presto il previsto tavolo con le istituzioni per cercare di avere maggiori certezze sul futuro del sito di San Martino. «L’accordo siglato l’8 febbraio, e approvato da tutto il coordinamento rsu Apofruit, prevede la mobilità volontaria per massimo sei lavoratori – spiegano Fai e Flai di Modena – A San Martino Spino resterà parte delle lavorazioni che il piano di riorganizzazione aziendale prevedeva, invece, spostate sul sito di Altedo (Bo).

Queste attività permetteranno a una parte di lavoratori a tempo determinato un obiettivo minimo di 104 giornate di lavoro, mentre le restanti giornate per il completamento della fascia occupazionale saranno assicurate presso lo stabilimento di Altedo; i lavoratori interessati percepiranno un’indennità di disagio per compensare i costi della trasferta». L’accordo prevede anche la costituzione di un tavolo istituzionale provinciale e/o regionale per l’individuazione di colture, da produrre e lavorare nello stabilimento di San Martino Spino, atte a garantire un futuro e una prospettiva occupazionale per i lavoratori oggi coinvolti nella riorganizzazione.